News in tempo reale

Trasferta Anci a Firenze, scontro tra l’assessore Verdecchia e il consigliere Santomaggio

Avezzano. Duro scontro in consiglio comunale per la trasferta del sindaco e di alcuni assessori all’assemblea nazionale dell’Anci a Firenze. Il botta e risposta tra maggioranza e opposizione non sembra avere fine e dopo l’affondo di Mariano Santomaggio, consigliere del Pdl, è arrivata la risposta dell’assessore all’Ambiente Roberto Verdecchia. “Comprendo le costipazioni del consigliere Santomaggio, comprendo che essere in opposizione dopo tanti anni di inattività politica, quando si pensava di vincere le elezioni  è assai duro, comprendo che a volte è meglio parlare di 3.600,00 euro di una  delibera  forse “dilapidati” (a suo dire) per la partecipazione ad un convengo Anci di risonanza nazionale è più semplice e soprattutto meno impegnativo di affrontare tematiche su situazioni debitorie, ove non c’è stato controllo e quindi  palese consiglio comunale di avezzano, assessore  roberto verdecchiaomissione”, ha precisato Verdecchia, “comprendo che il consigliere Santomaggio nel così detto Floris 1 ebbe a svolgere il ruolo di assessore solamente per trentacinque di giorni (di cui undici senza deleghe), per poi essere suo malgrado destituito dall’incarico il 24.07.2002, per le alchimie della politica; comprendo che svolgo il ruolo di assessore all’ambiente (e non solo) e forse di aver migliorato un tantino, grazie a tutta l’amministrazione “Di Pangrazio” e soprattutto alla responsabilità del 98% dei concittadini un servizio che in precedenza era deficitario anche per la mancanza dello stesso; comprendo che i bilanci del Cam anni 2006=2011 erano approvati o meglio votati come oggi, dai sindaci dei Comuni all’interno dell’assemblea, e che  la nostra città era rappresentata dal centro destra, area politica di appartenenza del dottor Santomaggio e che quindi si votava per “”amor di patria””; comprendo che dall’era Di Pangrazio i bilanci anni 2011 e 2012 non sono stati più votati ed approvati dal Comune di Avezzano e ci sarebbe tanto da domandarsi il perché.    Ma qui mi fermo. Non comprendo il perché il Consigliere Santomaggio, da par suo, quei bilanci non li ha mai osservati nel suo ruolo istituzionale, sino a rischiare azioni giudiziarie sia di carattere civilistico (azione di responsabilità ), che di natura penale. Non comprendo la falsità della politica del consigliere di opposizione ed i suoi slogan demagogici, quando vorrebbe offrire un contributo di 200,00 a circa diciotto famiglie bisognose, (pari all’importo della delibera osservata) circostanza che puntualmente e settimanalmente l’amministrazione compie attraverso il preposto servizio già da svariato tempo, nel rispetto delle esigenze dei bisognosi e del mandato elettorale. Allora mi domando e conti alla mano: scusi consigliere Santomaggio il debito accumulato dalla partecipata Cam S.p.a. per la quota del Comune di Avezzano (pari a circa il 23%), che esiste allo stato nella misura di circa 61.000.000, generatosi durante gran parte della sua nomina (febbraio 2006 = luglio 2012), lo vorrebbe spalmare lei sui 43.000 concittadini o provvederà motu proprio ( con le sue tasche ) a rifonderlo, o vorrà renderci edotti tutti, sulla sua attività tecnico politico contabile all’interno del Cam s.p.a. per circa sei anni?”.