News in tempo reale

Tasse, assessore Masci: “sostituita l’accisa della benzina con il bollo auto”

Pescara. “Non c’è nessun nuovo debito per gli abruzzesi. Il grido di allarme del consigliere dell’Idv D’Alessandro non ha ragione di esistere”. L’assessore al Bilancio della Regione Carlo Masci spiega nei dettagli il problema relativo al bollo auto: “Questa addizionale sostituisce l’accisa sulla benzina adottata l’anno scorso per far fronte al debito di 360 milioni di euro, accertato nel 2009, appena insediata la Giunta Chiodi, ma relativo, sia chiaro – spiega l’assessore Carlo Masci – al triennio 2004-2005-2006. Quando ci siamo ritrovati nostro malgrado a far fronte ad una situazione debitoria di questa entità, abbiamo coperto il buco di 360 milioni con 200 mln di euro di anticipazione di cassa del Governo e 160 mln con prelievo dai Fondi Fas. La copertura di questo debito, costa alla Regione Abruzzo – prosegue l’assessore Masci – 13 mln di euro che fino all’anno scorso sono stati coperti con l’accisa sulla benzina (8 milioni) e con un taglio di spese per 5 mln. Ora siccome è possibile sostituire l’accisa con un’altra entrata, noi abbiamo ritenuto più logico ed equo sostituire l’accisa sulla benzina, che gravava sugli abruzzesi in maniera indiscriminata, con l’aumento del bollo auto del 10%. Il bollo rappresenta un importo certo, cosa che non vale per la benzina, è una entrata che non crea problemi di riscossione, e soprattutto è una tassa più equa visto che si paga in base alla cilindrata dell’auto. Ribadisco – ha detto ancora l’assessore al Bilancio – che i 13 mln di mutuo derivano dal debito contratto negli anni 2004-2005-2006. Dal giorno del suo insediamento, la Giunta Chiodi non ha prodotto un euro di debito. Stiamo pagando debiti degli altri. Paghiamo debiti vecchi per non far ricadere sui nostri figli nuovi debiti. Questo debito è il frutto avvelenato della politica scellerata fatta negli anni passati. Noi ne paghiamo le conseguenze e ovviamente siamo costretti a pagare i 13 milioni di mutuo anno per non andare in default. Noi abbiamo invertito la rotta. Sfido D’Alessandro a dire che oggi gli abruzzesi pagano un euro per debiti fatti dalla Giunta Chodi. Questa – ha concluso l’assessore al Bilancio Masci – è la conferma che paghiamo debiti contratti da altri”.