News in tempo reale

Sabato arrivano i saldi, ecco le regole per i consumatori del Centro giuridico

Avezzano. I saldi in Abruzzo  andranno dal  16 luglio al 3 settembre (per una durata massima di 60 giorni). Come stabilito dalla Legge Regionale n. 11/2008 sul commercio, le quattro Camere di Commercio abruzzesi, in sede di Conferenza di Servizio coordinata dalla Regione Abruzzo, recependo il principio di uniformità delle date di inizio saldi su tutto il territorio nazionale, hanno stabilito che i saldi estivi partiranno il prossimo  6 luglio e termineranno il 3 settembre 2013. Ad Avezzano fervono i preparativi per l’arrivo dei saldi e per la “Notte di via” notte bianca che permetterà ai clienti marsicani e non di fare acquisti fino a tarda   notte. L’evento come negli anni precedenti coinciderà con l’inizio dei saldi di fine stagione. Sabato 6 luglio la città si trasformerà in un grande centro commerciale all’aria aperta dove si potranno fare acquisti ascoltando musica e assistendo a piccoli spettacoli itineranti. “Ricordiamo ai cittadini poche regole ma riteniamo utili Saldiper evitare inconvenienti spiacevoli”, ha spiegato Augusto Di Bastiano responsabile del centro, “Le vendite ribassate dureranno 60 giorni. I commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso (è invece facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso). I prodotti in saldo devono essere separati da quelli  eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli). Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare. Verificare che siano bene indicati tre dati:il prezzo originario,la percentuale di sconto e il prezzo finale. Controllate inoltre che le cifre indicate siano calcolate correttamente. In caso contrario meglio non acquistare la merce. Conservare sempre lo scontrino. È falso che i prodotti in saldo, se difettosi, non possano essere sostituiti. Diffidare di capi eccessivamente scontati. I saldi oltre al 50% possono nascondere merce non di stagione o merce acquistata apposta per il saldo. Un confronto con i prezzi sul web può dare un’idea. Non acquistate prodotti che non potete provare e verificate che i capi siano in condizioni perfette. Alla cassa il prezzo indicato nell’etichetta non deve essere modificato per nessuna ragione”.