News in tempo reale

Ricatto e estorsione ai danni dei coetanei, giovedì l’interrogatorio del giovane in tribunale

Avezzano. Dovrà spiegare perché ha estorto la Play-station e gli occhiali da sole a un suo coetaneo e si dovrà difendere dall'accusa di spaccio, lesioni, estorsioni e rapina. Giovedì prossimo Riccardo Spada, il rom avezzanese di 19 anni arrestato ai domiciliari, sarà davanti ai magistrati per spiegare loro come sono andate le cose. Gli agenti della Polizia che si sono occupati del caso, infatti, sostengono che il giovane abbia venduto una dose di droga a un coetaneo avezzanese e da allora lo avrebbe perseguitato fino a rapinarlo estorcendogli denaro e oggetti di valore perchè ilgiovane non avrebbe saldato il debito. Il giovane Spada, difeso dall'avvocato Andrea Tinarelli, ora ai domiciliari dovrà dare la sua versione dei fatti ai magistrati del Tribunale di Avezzano che stanno indagando sulla vicenda.