News in tempo reale

Presentato il Pof alla Vivenza, tra didattica e attività varie si parla anche di sicurezza

Avezzano. Piano formativo all’insegna dell’ambiente e dell’educazione civiva. E’ stata presentato nella Palestra “Martiri di Nassiriya” della Scuola Secondaria di I grado “A.Vivenza”, il Piano dell’Offerta Formativa per l’anno scolastico 2011/2012 ai  genitori degli alunni delle due sedi A.Vivenza e L.Marini, con la partecipazione dei rappresentanti del Comune, il Dirigente ing. Domenico Palumbo  e l’assessore Maurizio Bianchini. La presenza del Comune di Avezzano, su richiesta del Dirigente Scolastico, Abramo Frigioni, ha assunto una grande valenza per la promozione della chiarezza e della trasparenza da offrire alle famiglie che chiedono risposte relative alla sicurezza e alla progettazione dei miglioramenti della Istituzione Scolastica. Infatti, dopo il saluto di Frigioni, gli interventi dell’Ing. Palumbo e dell’Assessore Bianchini, hanno sottolineato l’attività meritoria del Dirigente e dello staff scolastico, nella piena collaborazione con gli uffici tecnici, per il raggiungimento dell’obiettivo comune : offrire ai cittadini una scuola sicura. Una scuola che, come ha affermato l’Ingegnere, tra il 2012 e l’inizio del 2013,  vedrà la realizzazione di tre Campus, super tecnologici,  che accoglieranno la popolazione scolastica della nostra città, completi di servizi e attrezzature idonee. Da parte del Dirigente una reazione mista di compiacimento e delusione, in quanto, se l’ufficializzazione di tale progetto ha destato soddisfazione per il futuro delle scuole avezzanesi, la stessa ha fatto sorgere spontanea la domanda sulla sicurezza delle strutture attuali che non verranno consolidate, come previsto. Alcuni genitori, infatti al termine dell’incontro, hanno palesato al Dirigente la stessa preoccupazione che dovrà trovare risposta  per la garanzia di tutti. In seguito, con chiari e dettagliati  interventi, i docenti dello Staff del Dirigente, hanno illustrato gli itinerari didattici previsti per il nuovo anno scolastico, che, oltre alla programmazione delle discipline curriculari, prevedono percorsi attenti all’ambiente, alla convivenza civile, alla legalità, alla solidarietà, all’integrazione, alla formazione culturale e psicofisica degli alunni, con l’obiettivo di uno sviluppo sano, proiettato verso il benessere, l’onestà e la determinazione dei futuri cittadini.  Al termine il Dirigente, dopo aver ringraziato le numerose famiglie e le autorità intervenute, ha espresso la speranza e l’augurio che la rete di collaborazione tra scuola, famiglie ed enti locali continui e si rafforzi per garantire un servizio scolastico funzionale e adeguato alle esigenze sociali dei nostri ragazzi. Ha inoltre rinnovato l’impegno ad aprire le porte dell’accoglienza e dei saperi a tutti gli alunni e a tutte le alunne, nel rispetto delle “differenze”, in quanto sacre e necessarie allo sviluppo.