News in tempo reale

Tribunale, pochi giudici. Dopo la visita di Alfano la politica chiede subito un potenziamento

Avezzano. Dopo la visita  in città del Guardasigilli Angelino Alfano, e dopo la promessa di potenziamento dell’organico dei magistrati per il Tribunale di Avezzano, ora il mondo della politica chiede un intervento immediato per evitare ulteriori spoliazioni ai dannidella Marsica. Infatti il terzo Tribunale in Abruzzo, quello di Avezzano, dal maggio-agosto 2010 non ha più il suo presidente, Garofoli, a causa del pensionamento, e già da tempo un altro magistrato è collocato fuori ruolo, Pierazzi, nonché altri magistrati sono in odore di trasferimento ad altre sedi giudiziarie. Per tale motivo il consigliere di opposizione, Roberto Verdecchia afferma che «non si può permettere che, dopo la perdita della Commissione Tributaria di primo grado, l’Ufficio delle dogane, la sede legale della Asl, la nostra terra subisca un ulteriore tentativo di impoverimento rischiando di trasformare il nostro Tribunale in una struttura sub provinciale, nonostante sia il primo Tribunale nella Provincia dell’Aquila sia per il rapporto di popolazione-utenti e sia per il carico gestionale dei contenziosi». Basti pensare che su 11 magistrati previsti dalla pianta organica ce ne sono solo 7, e ciò senza tenere conto dei tre pensionamenti in corso. Per Verdecchia, «bisogna fare fronte comune con gli organismi di settore, nonché sollecitare l’intera popolazione marsicana, sensibilizzando la coscienza di tutti i politici locali, affinché il Tribunale di Avezzano non assuma ruoli secondari così come è già capitato per la Sanità locale con la spoliazione di due presidi e la limitazione funzionale di quello di Avezzano con la perdita di più reparti fiore all’occhiello».