News in tempo reale

Pasquetta, le località più gettonate in Marsica tra natura e cultura, molti resteranno a casa

Avezzano. Pasquetta alla riscoperta delle bellezze naturali della Marsica. Per la tradizionale scampagnata del lunedì di Pasqua il territorio offre innumerevoli possibilità. Che sia all’insegna del riposo, alla riscoperta della natura o nel segno della tradizionale scampagnata, le occasioni per trascorrere in modo piacevole questa giornata tra la natura, magari lontano da code e ressa, non mancano.

Natura. Una delle mete tra le più gettonate sarà certamente quella della riserva naturale di Zompo lo schioppo a Morino. Nello splendido anfiteatro naturale, dove da qualche giorno l’acqua della cascata è tornata a sgorgare precipitando da un altezza di ottanta metri, è previsto un grande afflusso di turisti. Dal giorno di Pasqua, inoltre, è stato riaperto un punto informativo nel rifugio “Lo schioppo” ed è aperta la biglietteria per visitare la riserva. Anche Marsia di Tagliacozzo, come al solito, richiamerà centinaia di visitatori innamorati dell’aria pura. Circondata dalle faggete dei monti Carseolani, offre una atmosfera tranquilla e incontaminata. Un mare profumato di fiori e verde,  una natura incontaminata con boschi e prati, puledri e vitelli liberi al pascolo. Un ambiente che passa dai 1450 metri della località sciistica fino a 1.740 del monte Midia. Un luogo ideale per passare una giornata con tutta la famiglia. Ma sono molte le località turistiche nella Marsica in grado di soddisfare le esigenze di tutti. Si va dagli splendidi prati di Camporotondo, località sciistica nel Comune di Cappadocia, alle affascinanti montagne di Collelongo e Villavallelonga.Alba Fucens Anfiteatro

Regole da rispettare. Immancabile, in questi casi, un appello degli ambientalisti a rispettare la natura. Le auto vanno lasciate nei parcheggi, non a bordo strada e sui prati, né non sul greto dei fiumi. I fuochi vanno accesi nelle aree attrezzate e prima di andar via devono essere ben spenti. I rifiuti, infine, vanno riportati a casa o gettati nei cassonetti. Ovvio, lo sanno tutti, ma lo fanno in pochi.
Per chi deciderà di passare Pasquetta sulla neve ci sono gli impianti sciistici di Ovindoli.

I risparmiatori. Ma c’è anche chi, e sono la maggioranza, a scampagnate e passeggiate tra l’arte preferirà restare a casa. La gran parte, secondo le associazioni di categoria e dei consumatori, trascorrerà il lunedì di Pasqua con parenti e amici portando in tavola i sapori tipici delle tradizioni regionali.

Musei e Arte. Oggi sarà possibile trascorrere un giorno tra i reperti dei musei marsicani e i siti archeologici marsicani. La sezione archeologica del Castello Piccolomini di Celano, infatti, rimarrà aperta per l’intera giornata (ore 9.30-18.30). Saranno visitabili le sale che ospitano la Collezione Torlonia e la mostra “Le radici archeologiche del Parco Sirente Velino”. La Collezione Torlonia conserva i reperti recuperati durante il prosciugamento del lago Fucino, voluti dal Principe Alessandro Torlonia e terminati nel 1875. Si potranno anche scoprire le bellezze di Alba Fucens, nel comune di Massa d’Albe. Il sito archeologico italico è nato come colonia di diritto latino che occupava una posizione elevata e ben fortificata a quasi mille metri di altitudine. Si trova ai piedi del Monte Velino a sette chilometri a nord di Avezzano. Per informazioni sulle visite di oggi si può contattare il punto informativo in piazza della scuola al numero 0863-449642. Da non scartare nella Marsica itinerari suggestivi come Tagliacozzo, ricca di chiese, monumenti e santuari.