News in tempo reale

Maggioranza compatta pronta ad andare avanti sul project financing di corso della Libertà

Avezzano. “Maggioranza solida e compatta, la mancanza del numero legale nel consiglio sul progetto di riqualificazione di Corso della Libertà, Piazza Matteotti e Martiri di Capistrello, determinata da assenze giustificate per motivi di salute e dall’arrivo in ritardo di 2 consiglieri -prima volta in nove anni per l’amministrazione Floris- è stata soltanto un incidente di percorso. Il progetto andrà avanti comunque, poichè è mirato a riqualificare il centro cittadino, l’unico vero obiettivo dell’amministrazione”, hanno spiegato in una nota i capi gruppo di maggioranza Franco De Nicola, Alfredo Iacone, Lillino Laurenzi, Emilio Di Marzio, Innocenzo Ranieri e Carmelo Occhiuto, “la discussione aperta sul project financing presentato da una società è finalizzata a guardare avanti, ovviamente tenendo al centro gli interessi comuni, per dare le risposte attese da anni dagli avezzanesi. Consci dell’importanza del progetto siamo comunque aperti a recepire eventuali proposte costruttive e migliorative, da chiunque provengano, ma non ci facciamo certamente intimidire da falci o martelli o dai soliti giusitizialisti che minacciano ricorsi alla Magistratura, poiché non abbiamo nulla da nascondere, nè interessi particolari da tutelare. E’ bene ribadire che in questa fase il consiglio comunale non è chiamato ad approvare i contenuti tecnici del progetto, ma a pronunciarsi solo su una questione: “l’interesse pubblico”. Il voto a palazzo di città, infatti, non porterà automaticamente all’assegnazione dell’appalto. Se positivo, previe ulteriori modifiche che potranno sempre essere chieste alla società proponente, allora sarà bandita la gara per individuare la proposta più vantaggiosa per il Comune. Sarà quello il momento delle valutazioni concrete per chi ha a cuore gli interessi della città, con buona pace delle strumentalizzazioni e delle minacce dei pochi e soliti qualunquisti nascosi sotto le sigle più disparate e dei giustizialisti di sinistra che si oppongono a tutto e a tutti a prescindere”.