News in tempo reale

Hydro: dipendenti pronti a scioperare se non ci sarà chiarezza sul futuro

Aielli. I segretari di Fim-Cisl e Uilm-Uil, Antonello Tangredi e Michele Paliani, hanno illustrato durante le assemblee con i lavoratori lo stato delle relazioni sindacali-industriali con la direzione centrale della multinazionale Scandinava, a valle dell’incontro (ormai remoto) del 23 marzo 2011. Le preoccupazioni del sindacato, condivise dai lavoratori, non sono solo relative alla mancata stabilizzazione dei lavoratori precari ma, più propriamente alla mancanza di chiarezza per il futuro dello stabilimento marsicano. Infatti, la riorganizzazione in atto nella company, della quale il sindacato è assolutamente all’oscuro, sta minando pericolosamente le aspetattive dei lavoratori e delle loro famiglie. Negli ultimi due mesi, le relazioni con il sindacato, sono andate in forte controtendenza rispetto alla “buona storia” del passato e, la consapevolezza che stanno assumendo i dipendenti è che la company, stia effettuando scelte importanti sulle loro spalle senza interessarli. Questa preoccupazione non può essere sottovalutata e, senza chiarezza da parte dell’azienda, porterà, il 29 giugno 2011, alla proclamazione di un pacchetto di ore di sciopero, le cui modalità saranno comunicate nei termini previsti dalla legge.