News in tempo reale

Giallo della villa in fiamme, i proprietari: “non può essere stato un corto circuito”

Carsoli. violento incendio si è sviluppato nel cuore della notte nella frazione Villaromana di Carsoli e che haa distrutto un chalet tre piani, parlano i proprietari dell’immobile che escludono cause dovute a cotocircuiti. La famiglia possidoni è proprietaria dell’immobile dal 1981. “Ci sentiamo di escludere il corto circuito interno”, spiega Leonardo Possidoni, “perché proprio per la natura
della casa, quasi completamente di legno, è nostra norma sempre rispettata quella di disinserire l’interruttore generale di alimentazione elettrica. Incendio di uno Chalet a Villa Romana di CarsoliNon ci sono mai elettrodomestici lasciati in funzione quando non siamo presenti, come un’altra regola che ci siamo imposti è quella di chiudere il gas e l’alimentazione idrica”. Quindi non è possibile che ci sia stato un cortocircuito elettrico alla base del rogo distruttivo. La famiglia, inoltre, non ha mai ricevuto minacce e non ha nemici. “Non nutriamo nessun sospetto come abbiamo dichiarato ai carabinieri di Carsoli relativamente all’ipotesi dolosa dell’incendio”, aggiunge Possidoni, “proprio in virtù dei pochissimi contatti locali visto che non siamo originari della zona. Restiamo in attesa di una relazione o di un verbale dei vigili del fuoco di Avezzano intervenuti per capire cosa possa essere successo”.
Le fiamme hanno distrutto la villa immersa in una suggestiva cornice boschiva nei pressi della strada che porta al cimitero del piccolo paese. La costruzione posta su una base in muratura, era composta di tre piani ed era tutta arredata. La zona è piuttosto isolata e nessuno si è probabilmente accorto del propagarsi delle fiamme. L’intervento dei vigili del fuoco è stato richiesto a notte inoltrata poiché alcuni cittadini della zona avevano notato fuoco e fiamme provenire dal bosco.