News in tempo reale

Forestale a rischio chiusura nella Valle di Nerfa, scatta la mobilitazione del territorio

Castellafiume. La caserma della Forestale, punto di riferimento per i Comuni nella Valle di Nerfa, rischia di chiudere. La notizia ha fatto subito scattare una mobilitazione e il sindaco di Castellafiume ha inviato una lettera ai vertici del Corpo forestale dello Stato presto la invierà al Prefetto, offrendo la disponibilità a concedere una sede gratuitamente nel proprio Comune. Domenico Mariani ha indirizzato la missiva all’ispettorato generale e ai comandi regionali e provinciali della Forestale per scongiurare la chiusura della struttura che si trova a Cappadocia, e che si occupa del territorio che comprende anche il Comune di Castellafiume. Corpo Forestale dello StatoIl sindaco chiede “di tenere nella massima considerazione il fatto che la stazione della Forestale ha la competenza territoriale di una zona dotata di un patrimonio boschivo della massima rilevanza. Proprio per la quantità e il pregio del patrimonio boschivo della zona”, sostiene Mariani, “la popolazione dei territori di competenza della caserma di Cappadocia si avvantaggia in modo diretto o indiretto dall’economia forestale di tali territori. Sarebbe particolarmente pregiudizievole”, continua Mariani, “per questi territori un eventuale accorpamento con locali stazioni che si trovano a maggior distanza”. Il primo cittadino, quindi, chiede di non sopprimere la stazione di Cappadocia e, anzi, “di potenziare il personale operativo in servizio poiché risulta insufficiente in relazione alla vastità del territorio da controllare”. “Questo Comune”, continua il sindaco Mariani avanzando una proposta, “consapevole delle difficoltà economiche che potrebbero essere alla base di eventuali piani di riorganizzazione, si rende anche disponibile ad ospitare la locale stazione in una sede comunale, con spese ed oneri ad intero
carico del Comune”.