News in tempo reale

Fondi per le aziende marsicane, il consiglio regionale ci ripensa e fa un passo indietro

Avezzano. «Si tratta di un risultato importante per la Marsica, poiché la risoluzione approvata oggi dal Consiglio regionale è stata fortemente voluta, oltre che dal sottoscritto, del quale sono il primo firmatario, anche dai sindaci e imprenditori del territorio». Lo afferma il Consigliere regionale Lorenzo Berardinetti (Regione Facile), nonché Presidente della Terza Commissione, dopo l’approvazione della risoluzione (all’unanimità) che impegna il presidente Luciano D’Alfonso a rivedere, dal giugno 2016, la delibera di giunta regionale con la quale sono state individuate le aree che beneficeranno degli aiuti di Stato 2014-2020 a finalità regionale. «La scelta di impegnare la Giunta regionale a modificare, nel giugno 2016, la zonizzazione degli aiuti di stato (art.107.3.C ex Art 87.3.c) a favore di quei territori che pur nella drammaticità della crisi economica-finanziaria manifestano oggi una vitalità Stabilimento Fiamm Avezzanoimprenditoriale, ci permette – aggiunge Berardinetti – di dare un nuovo impulso agli investimenti e all’attività economica dell’intera provincia. Nell’immediato, insieme con il Presidente Luciano D’Alfonso e il Vice Giovanni Lolli, attueremo un piano straordinario di intervento, già discusso nell’ultima riunione alla presenza di Sindaci e imprenditori, per dare maggiore forza alle iniziative economiche volte a favorire il credito soprattutto per le piccole e medie imprese della Marsica». Sulla vicenda è intervenuto anche Ranieri. «Come al solito, i partiti non hanno voluto valutare le idee per quello che sono, preferendo seguire in modo ideologico una delle loro direttive fondamentali: mai rischiare di dare un merito al M5S. Per questo hanno preferito bocciare la risoluzione da me presentata e subito dopo presentarne e approvarne un’altra analoga, anche se più fumosa e meno netta negli intenti, visto che la mia intenzione era quella di arrivare a una revoca della delibera e non a vaghe promesse di agire». Lo afferma il Consigliere regionale M5S, Gianluca Ranieri, in merito alla risoluzione (bocciata) presentata sulla richiesta di revoca della deliberazione di giunta regionale n. 468 dell’otto luglio scorso (Aiuti di Stato art. 107.3.C). Lo scopo della risoluzione era quello di non escludere il territorio della Marsica dai fondi europei 107.3c. «Tuttavia – conclude il consigliere Ranieri – l’approvazione della risoluzione integrativa, che non ho esitato a firmare, è un risultato positivo a cui non si sarebbe giunti senza la pressione politica del M5S e della minoranza di centrodestra».