News in tempo reale

Dopo la tregua torna il maltempo, Marsica imbiancata, strade in tilt, prime scuole chiuse

Avezzano. E’ durata pochissimo la tregua del maltempo. Appena un giorno, ma già da ieri sera hanno fatto irruzione gelide correnti artiche che nella notte hanno portato  neve fin lungo le coste su Abruzzo e Molise, per poi dare luogo ad un inizio di settimana molto freddo, con forti e gelidi venti di tramontana accompagnati da nevicate fino a quote molto basse.
 Una sorta di tempesta polare proveniente dalla penisola scandinava ha investito tutta la Marsica e nei comuni occidentali del territorio la situazione è difficile. Lungo la Tiburtina, tra Tagliacozzo e Carsoli, la strada è rimasta bloccata e le macchine ferme sotto la neve in attesa dei soccorsi. A Cappadocia la neve ha già superato i 30 centimetri  e tutto il territorio è stato imbiancato. Le prime ordinanze di chiusura delle scuole arrivano da Magliano dei Marsi e da Balsorano. L’Abruzzo interno è stato colpito da un vero e proprio “uragano di neve” come lo ha definito Meteoweb, e nella notte ci sono state forti raffiche di vento, fino a 120 chilometri all’ora. Il brusco abbassamento della quota delle nevicate, ha fatto scattare i problemi già durante la notte. I  primi disagi si sono registrati sulla  A24 fino a Tagliacozzo. A Carsoli, i forti venti hanno causato la caduta di un grosso albero in pieno centro cittadino, fortunatamente senza problemi particolari alle persone, e danni al centro fieristico dove sono stati divelti alcuni pannelli di protezione laterale.