News in tempo reale

Centro San Domenico, Asl firmerà la proroga se non arriva ok della Regione Abruzzo

Avezzano. La Asl pronta a siglare la proroga per i ragazzi del centro San Domenico. Ad annunciarlo è Rossella De Santis direttore del distretto Sanitario “Area Marsica”. “Nel 2008 sono state istituite le Unità di Valutazione Multidimensionali che autorizzano le prestazioni riabilitative nelle strutture residenziali e semiresidenziali delle ASL e dal 2010 vengono comunicati alla Regione i casi di pazienti che sono trattati in modo improprio in strutture non adeguate al setting assistenziale richiesto per un’offerta territoriale che non corrisponde all’effettivo bisogno”, ha spiegato la De Santis, “in data 3.6.2013 il Commissario G. Chiodi ed il Sub Commissario G. Zuccatelli della Regione Abruzzo hanno inviato una nota con la quale si chiedeva alle Unità di Valutazione Multidimensionali delle ASL di comunicare e dettagliare distintamente per ciascuna struttura privata di competenza, le situazioni di pazienti ospitati e/o assistiti in strutture di riabilitazione ex art. 26- L. 833/78, che siano riconducibili ad altro setting assistenziale.A seguito di rivalutazioni, la UVM del Distretto Sanitario Area Marsica,  incaricata per le autorizzazioni alle prestazioni riabilitative ex art. 26,  ha comunicato in data 23.10.2013,  i casi “fuori setting” riportandoli anche nelle autorizzazioni rilasciate per le singole strutture. La struttura San manifestazione centro san domenicoDomenico di Avezzano è convenzionata per attività di centro semiresidenziale ex art. 26, dove sono ospitati nelle ore diurne 26 disabili di diversi Comuni della Marsica. Per 3 ospiti è stato individuato il setting corrispondente ai bisogni. Per 23 ospiti sono state riscontrate condizioni assistenziali diverse dall’ex art. 26, così distribuite: 2 casi per setting di centro diurno per spettro autistico, 10 casi per setting di struttura semiresidenziale per disabili ed 11 casi per una struttura diurna socio-ricreativa. Queste valutazioni corrispondono a quelle che erano già trasmesse alla Regione. Per questi ultimi ospiti, l’UVM predisponeva la dimissione entro l’11.11.2013. A seguito delle  note n° 240237/COMM del 30/09/2013 e n° DA/279300 COMM  dell’11/11/2013 del Sub Commissario Dott. G. Zuccatelli e del Commissario ad acta dott. G. Chiodi, che disponevano rispettivamente,  la proroga dei fuori setting ospitati nelle strutture extraospedaliere a carattere residenziale e semiresidenziale della Regione Abruzzo e  degli 11 ospiti dimessi fino al 31.12.2013, l’UVM del Distretto Area Marsica ha autorizzato le proroghe per tutti i 23 ospiti; così è stata data la proroga agli 11 ospiti che devono essere accolti in strutture diurne a carattere sociale, venendo anche incontro alla nota del Sindaco della Città di Avezzano del 8.11.2013. La Regione Abruzzo sta  monitorando i bisogni rilevati dalle UVM aziendali per programmare sui territori le strutture idonee e congrue con le necessità, in collaborazione con le ASL. E’ la stessa Regione che autorizza le proroghe nelle strutture che ospitano gli utenti “fuori setting”, ma in caso che tale proroga non pervenga in tempo utile, il Direttore Generale dell’ASL ha deciso di dare ulteriore proroga a tutti gli ospiti della struttura San Domenico”.