News in tempo reale

Cartiera Burgo, sequestrata l’area dell’incidente mortale. Produzione sospesa 24 ore per lutto

Avezzano. Sequestrata dai carabinieri l’aera dove è avvenuto l’incidente mortale alla Cartiera Burgo. Nell’incidente ha perso la vita un operaio di 50 anni, Berardo Massaro, di Luco dei Marsi. L’uomo, investito da un violento getto di vapore bollente, è morto sul colpo. Invano i compagni di lavoro hanno tentato di rianimarlo. I medici del 118, accorsi sul posto insieme ai carabinieri della compagnia di Avezzano, non hanno potuto far altro che constatare la morte dell’operaio. In segno di lutto nella cartiera il lavoro è stato sospeso per 24 ore. L’incidente è avvenuto alle 6.20. Il lavoratore si trovava all’interno del sito industriale di Borgo Incile quando un’esplosione lo ha investito in pieno mentre si trovava per puro caso davanti alla valvola. I carabinieri della compagnia di Avezzano, che si sono portati subito sul posto, hanno eseguito i rilievi del caso. Secondo una prima ricostruzione ad uccidere Massaro, sposato con due figli, è stata l’esplosione di una pompa di calore forse andata in fiamme. L’uomo era al lavoro in uno dei turni dello stabilimento del sito industriale, dove sono occupati 450 dipendenti. Aveva terminato il 21 novembre scorso il ciclo di cassa integrazione avviata per 15 giorni a causa del calo delle commesse e della crisi del settore della carta.