News in tempo reale

Bruciati furgone e auto a famiglia di commercianti. Il racconto: hanno usato molotov

San Benedetto dei Marsi. Questa notte, in via Santa Sabina a San Benedetto e vicino all’ospedale Serafino Rinaldi di Pescina, sono state incendiate due auto, una Mercedes e un furgone, di proprietà di padre e figlio, che gestiscono un distributore di benzina alle porte del paese. “E’ stato un incendio doloso”, afferma una familiare, “appiccato utilizzando Benzina e molotov. Il furgone si trovava a San Benedetto e la macchina a Pescina”. Le vittime dell’incendio hanno anche girato un filmato che è stato consegnato alle forze dell’ordine. Le due auto sono state incendiate a pochi minuti di distanza. I due hanno subito l’atto incivile davanti alle proprie abitazioni. Non è chiaro quale motivazioni ci siano dietro. La Mercedes è rimasta completamente carbonizzata. Oltre alla macchina, a prendere fuoco è stata anche parte della stessa abitazione, nello stesso modo in cui è stato incendiato il furgone a San Benedetto. Immediati i soccorsi dei carabinieri e dei vigili del fuoco, che hanno iniziato subito le operazioni di spegnimento. Sono state subito aperte delle indagini riguardo all’accaduto, dato che nessuno può immaginare i motivi e soprattutto i responsabili dell’evento. La notizia ha indubbiamente scioccato i cittadini di entrambi i paesi marsicani. Giulia Antenucci