News in tempo reale

Apre il nuovo pronto soccorso della Marsica, inaugurazione martedì. Manager: data storica

Avezzano. Sarà una data storica secondo il direttore generale della Asl quella di martedì quando sarà inaugurato il nuovo pronto soccorso della Marsica, all’ospedale di Avezzano, che dovrà far fronte a circa 60mila interventi all’anno, il primo in Abruzzo insieme a quello di Pescara. La realizzazione del pronto soccorso è stata annunciata molte volte negli anni e l’opera doveva essere portata a termine nel 2009. Martedì sarà la volta buona. La nuova struttura è dotata di due ingressi separati, una graduale attivazione di posti letto per osservazione dei pazienti e una camera calda, cioè un ambiente coperto pensato per evitare che il paziente, trasportato dall’ambulanza, venga sottoposto a brusche escursioni termiche durante il trasporto in barella. I due ingressi saranno utilizzati a seconda della gravità del caso da trattare. E’ stato quindi attivato il servizio di triage, il sistema utilizzato per selezionare i soggetti coinvolti in infortuni, gravi o leggeri che siano, secondo classi di urgenza ed emergenza. In particolare, sono stati realizzati un accesso per patologie gravi e uno per persone non deambulanti. Il nuovo pronto soccorso di Avezzano in estate fa fronte a circa duecento interventi al giorno anche se per la carenza di posti letto, dopo la visita sono 1.000 i trasferimenti ogni anno di pazienti in altri ospedali abruzzesi o fuori Regione. All’interno dei nuovi locali ci sono delle “zone” contrassegnate con colori diversi, per graduare la diversa gravità del soccorso da prestare. Le sale bianche, verdi e rosse indicheranno, in ordine crescente, la difficoltà e l’urgenza degli interventi. Una delle novità più importanti è quella riguardante l’attivazione di sei posti letto per l’osservazione breve. In sostanza il paziente, dopo essere stato soccorso e assistito, viene tenuto sotto controllo per decidere, quando è necessario, in quale reparto ricoverarlo. E’ previsto anche un collegamento esterno, dotato di copertura, che permetterà a familiari di degenti e visitatori di entrare in ospedale in modo più semplice e diretto. Una delle novità più importanti è quella riguardante l’attivazione di sei posti letto per l’osservazione breve. Quindi il paziente, dopo essere stato soccorso e assistito, viene tenuto sotto controllo per decidere, quando è necessario, in quale reparto ricoverarlo.