News in tempo reale

A lezione con l’associazione I Girasoli per imparare l’uso del defibrillatore

Avezzano. Grande partecipazione e interesse per il primo appuntamento con il corso per l’utilizzo dei defibrillatori, organizzato nella palestra Winner Team in collaborazione con l’associazione I Girasoli. Il dottor Bianchi, capo del 118 dell’Aquila, ha contattato l’associazione per proporgli questa collaborazione, che ha riscosso notevole successo superando le aspettative. Il corso infatti è composto da 64 iscritti, tra istruttori della palestra, atleti e genitori dei ragazzi. Il corso infatti è stato aperto a tutti gli istruttori dell’Abruzzo di arti marziali federali qualificati, vedendo la partecipazione di istruttori e altleti di Pescara, Chieti e Lanciano. La palestra Winner Team, grazie a questo e all’altro corso in programma con data da stabilirsi, diventerà la struttura con più personale specializzato e qualificato; basti pensare che nella palestra ci saranno 12 istruttori abilitati al primo soccorso e all’utilizzo di questi strumenti. Il Dottor Luigi Sannito all’inizio del corso ha comunicato che la prima associazione ad effettuare questi corsi e l’acquisto del defibrillatore è stata la squadra di calcio degli orsetti marsicani, che si è automunita grazie al contributo dei genitori dei piccoli giocatori; anche la palestra infatti entrerà presto in possesso del suo defibrillatore, grazie alla partecipazione di due imprese avezzanesi che sono state molto sensibili all’argomento ed hanno finanziato l’acquisto. Il proprietario Sante Baldassare insieme con Benedetta Cerasani, si dicono molto contenti di questa iniziativa, un pò come un dovere morale che si ha nei confronti degli altri, nel saperli aiutare nel momento del bisogno. Continua Baldassarre: “Come se dovesse mai sentirsi male mio figlio e nessuno sapesse aiutarlo. Bisogna essere pronti a tutto.” Se qualcuno fosse interessato ad inserirsi nel corso basta chiamare o mandare un sms al numero 340-5607428. Inoltre, durante la giornata di oggi sono stati anche venduti i nastrini per la lotta ai tumori al seno, dell’associazione Komel Italia. Valentina Gallese