News in tempo reale

Esce di casa mentre è ai domiciliari e aggredisce uno straniero. Ex pugile in cella

Avezzano. Sarebbe dovuto essere a casa agli arresti domiciliari, invece usciva di notte per frequentare i locali e i pub della città. Per tale motivo,  la squadra anticrimine del commissariato di Avezzano ha arrestato Ivan Di Berardino, 29 anni, ex pugile avezzanese. L’uomo si era reso responsabile tempo fa di una rissa in cui rimase colpito con un colpo di arma da fuoco. Dopo un primo periodo di piantonamento in ospedale, è stato assegnato agli arresti domiciliari con permanenza notturna nella propria abitazione di Avezzano.
Nonostante l’avviso, Di Berardino si è reso responsabile più volte negli ultimi giorni del reato di evasione. Assente più volte dai controlli domiciliari aveva continuato a frequentare i pub del centro, incurante delle prescrizioni imposte. Durante una delle notti brave, Di Berardino ha aggredito un cittadino extracomunitario ed è stato nuovamente denunciato, oltre che per evasione anche per lesioni aggravate e tentata rapina. Ieri la Squadra Anticrimine, coordinata del Commissario Nicolai ha eseguito un ordine di carcerazione accompagnando l’uomo in carcere. Difeso dall’avvocato Antonio Pascale del Foro di Avezzano, dovrà scontare una pena di 10 mesi e 6 giorni di reclusione anche perché condannato in via definitiva per spaccio di sostanze stupefacenti.