News in tempo reale

Viso: i trattamenti di medicina estetica per il post-vacanza

Macchie Solari, disidratazione e flaccidità sono alcune delle conseguenze più frequenti del periodo post-vacanza

L’estate sta finendo e… al rientro dalle vacanze, complici il sole intenso, l’acqua salata e le alte temperature, la nostra pelle grida vendetta: inspessimento, rughette d’espressione e macchie solari appaiono sul nostro volto, togliendo luminosità e compattezza all’abbronzatura tanto sudata.

Si calcola che l’80% dei segni di invecchiamento non siano dovuti a fatturi genetici, bensì all’esposizione ai raggi UV, che causano un eccesso di radicali liberi.

Il dottor  Tito Marianetti, della beauty clinic MarianettiMED di Avezzano ci spiega l’importanza di sottoporsi in questo periodo dell’anno a procedure medico-estetiche con protocolli specifici in base alla diagnosi: “al rientro dalla vacanze l’epidermide appare di un aspetto opaco e con una trama appesantita causata dallo stress da eccessive esposizioni solari” spiega lo specialista, “occorre quindi rinnovarla dondole vitalità e riequilibrarla  attraverso  un’idratazione costante, al fine di ristabilire nuovamente i giusti parametri del metabolismo cellulare”.

I must del post-vacanza sono quindi ESFOLIARE e IDRATARE; Ecco i due step principali per affrontare l’autunno con una pelle “da urlo”.

PRIMO STEP RINNOVARE L’EPIDERMIDE: ADDIO A MACCHIE SOLARI E COLORITO SPENTO

Il troppo sole, unito alla naturale perdita dell’abbronzatura può comportare la comparsa di macchie solari: è determinante quindi accelerare il recupero della pelle con una serie di sessioni di white peeling che aiuta a rigenerare l’epidermide, idratarla e donarle un tono più uniforme. Con questo trattamento recupereremo la luminosità, l’elasticità e la vitalità della pelle.

Il white peeling è quindi ottimo per contrastare le macchie da sole: è un trattamento combinato multi-sostanza a base di acido glicolico, salicilico, lattico, azelaico e alfalipotico; Il tutto viene applicato al fine di esfoliare profondamente la pelle riducendo però al minimo gli effetti collaterali tipici dei peeling mono componenti.

Il trattamento è ideale anche in caso di colorito spento e texture della pelle irregolare, tipico del post-vacanza: il peeling regala una incredibile compattezza rendendo la pelle uniforme ed eliminando le imperfezioni.

Si consigliano sei o più sedute a seconda dell’inestetismo da trattare a 15 giorni di distanza l’una dall’altra. Raggiunto il risultato desiderato, si possono effettuare due sedute all’anno di mantenimento.

Precauzioni del caso? Lo specialista di MarianettiMED spiega che nei giorni successivi il peeling è necessario proteggere la cute con protezioni solari alte (50+) e creme ad azione idratante e lenitiva “suggerisco comunque di intraprendere questo trattamento a stagione inoltrata, da metà Settembre, quando i raggi solari saranno meno intensi e quindi meno dannosi nei confronti della nostra pelle”.

Costo del trattamento – 100 Euro a seduta

SECONDO STEP IDRATARE: IALURONICO E VITAMINE PER LA PELLE BISOGNOSA

La sessione successiva per garantire un apporto di idratazione intensa alla nostra epidermide è rappresentato dalla terapia cellulare e dalla biorivitalizzazione: applicazioni di acido ialuronico, vitamine, aminoacidi, minerali e altre sostanze, a seconda delle condizioni della pelle del paziente. La zona trattata è il viso, il collo e il décolleté.

La base del trattamento di terapia cellulare è sempre l’acido ialuronico non reticolato. Il resto dei componenti dell’infiltrazione sono scelti in relazione al tipo di pelle e allo stato in cui si trova: bruciata dall’esposizione al sole, flaccida, disidratata, con arrossamento, con macchie, ecc.

Il tempo tra i trattamenti varia da 15 a 21 giorni e sono sempre adeguati all’età, alla qualità e alle condizioni della pelle del paziente. Sono inoltre integrati con trattamenti domiciliari per rafforzare gli effetti.

Grazie alle sue molteplici proprietà l’acido ialuronico, integrato altri componenti, conferisce tonicità, morbidezza e migliora la cementificazione cellulare, garantendo la naturale densità del derma: assorbe acqua, la trattiene e la rilascia in base al fabbisogno dell’organismo, mantenendo dunque la giusta idratazione e l’umidità dei tessuti.

La terapia cellulare regala quindi un boost di idratazione alla nostra pelle, eliminando linee di espressione e rughette date dall’eccesso di sole.

Se il problema è invece la flaccidità del viso, MarianettiMED, beauty clinic di Avezzano, consiglia un trattamento non invasivo a ultrasuoni microfocalizzati, chiamato ULTRAFORMER che garantisce un effetto lifting senza ricorrere all’invasività del bisturi: è una nuova tecnologia in grado di ringiovanire e dare tensione ai muscoli del viso e del collo.

Il trattamento consiste in un percorso di due/tre sedute a distanza di due/quattro settimane l’una dall’altra ed è ideale per uomini e donne dopo i 35/40 anni che perdono tonicità nei contorni del volto.

Biorivitalizzazione/terapia cellulare – tra i 150 e 250 Euro a seduta

Ultraformer – tra i 600 e 1200 Euro.

Per concludere, il Dott. Tito Marianetti sottolinea l’importanza di un piano terapeutico personalizzato a seconda del problema da trattare “per ottenere risultati duraturi e soddisfacenti, è indispensabile una prima visita conoscitiva e senza impegno per comprendere le caratteristiche personali del paziente”, spiega lo specialista “età, tipologia di pelle e abitudini rappresentano elementi indispensabili per una giusta diagnosi seguita dal corretto trattamento”. MarianetiMED di  Avezzano, in questo senso, dispone di molteplici professionisti in medicina estetica che possono coprire le esigenze di trattamento di ogni paziente.