The news is by your side.

Angelosante contro Vecchioni, parla Cotturone (Pd): il sindaco di Ovindoli è solo a caccia di notorietà

Celano. “Il sindaco di Ovindoli e consigliere regionale della lega Simone Angelosante è solo in cerca di visibilità. Offendere un uomo, un’artista, è veramente poco nobile. Una brutta figura per Ovindoli e per i cittadini che rappresenta”. Questo il commento del segretario del Pd di Celao Calvino Cotturone, alla luce delle polemiche nate subito dopo il concerto di Vecchioni a Ovindoli.

“Un vero peccato che il sindaco di Ovindoli abbia ascoltato solamente “Bella Ciao”. Inno tra l’altro tradotto e cantato in tutto il mondo”, ha continuato il segretario cittadino del Pd Calvino Cotturone, “si dovrebbe studiare anche nelle scuole. La cosa che mi stupisce di più però è che di circa due ore di concerto tenuto dal Professore e cantautore Roberto Vecchioni, al Sindaco leghista siano rimaste in mente soltanto le strofe dell’Inno alla liberazione dal fascismo e dal nazismo. Immaginando o sperando in una contestazione mai avvenuta da parte del pubblico che non ha fatto altro che apprezzare ed applaudire l’artista per lo spettacolo ed i concetti espressi.

Ero personalmente presente al concerto e sono andato, continua Cotturone, soprattutto per ascoltare i contenuti ed il pensiero dell’artista, visto che le canzoni si possono sentire anche comodamente seduti a casa. “L’Infinito” fra Giacomo Leopardi e Alex Zanardi con musica e parole di Vecchioni per raccontare la bellezza della Vita in tutte le sue sfaccettature, è un invito alla Vita con citazioni che hanno introdotto e spiegato brani già di per sé molto significativi.

Un invito a coltivare le passioni, a non arrendersi di fronte alle difficoltà, a non abbattersi ad infami destini, per introdurre il brano dedicato ad Alex Zanardi, un esempio per tutti per la sua forza d’animo “…e se non potrai correre e nemmeno camminare ti insegnerò a volare”. “La vita come straordinaria bellezza per poter resistere nel dolore e nella gioia”. Per poi passare al poeta Giacomo Leopardi, dal pessimismo alla voglia di vivere, di cambiare. “Amare la vita anche quando è la vita a non amare l’uomo”. “Dopo la notte fa sorgere il sole, un sole bellissimo, che fa illuminare tutta la terra”.

Fino ad invitare a trovare un Velasquez in ognuno di noi. Un esortare a voler conoscere, ad approfondire, al viaggio, a non temere il confronto con altri popoli, a combattere contro le ingiustizie a non soffermarsi soltanto alla lettura di facebook. “Un invito ad essere Uomini prima di essere artisti, perché l’Uomo viene prima dell’artista”. “Vivere sempre e comunque la vita anche nei momenti difficili”. “Nella vita non si perde mai, o si vince o si impara.”

Un invito al rispetto delle persone e delle idee e non all’offesa come invece il sindaco purtroppo fa. Un sindaco dovrebbe dare l’esempio ai suoi cittadini su come comportarsi ed offendere sicuramente non è un buon insegnamento.

Tutto questo e tanto altro ancora nello straordinario concerto tenuto dal cantautore Roberto Vecchioni. Probabilmente il Sindaco era distratto durante la lezione di Vita tenuta dal Professore o semplicemente è in cerca di un po’ di notorietà. Sicuramente ha confuso gli applausi con le contestazioni. La Regione dopo solo sei mesi è già in crisi, conclude il segretario del Pd, condivido e sostengo il pensiero del Sindaco di Celano Settimio Santilli: “Il consigliere regionale leghista Simone Angelosante dovrebbe pensare di più a lavorare per il territorio e lasciare in pace gli artisti”.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto