The news is by your side.

Una perfetta scenografia se a tavola c’è Rustichella d’Abruzzo!

Bellezza e bontà si assaporano in ogni forma, dal salato al dolce

320

Ci sono marchi affidabili con cui costruire un menù delle feste coi fiocchi dall’inizio alla fine? Uno è senz’altro Rustichella d’Abruzzo, con cui stiamo portando avanti una collaborazione da molto tempo. Raccontare le qualità e le caratteristiche di prodotti che sono pensati e realizzati per essere belli e buoni è un lavoro facile: non devi inventare nulla, ma solo assaggiare e provare a tradurre in parole le sensazioni. Ecco, allora, che anche quest’anno abbiamo fatto un viaggio all’interno dell’ampissima offerta di Rustichella d’Abruzzo, proponendovi alcuni suggerimenti.

Partiamo dall’antipasto. Per crostini, bruschette o a completamento di antipasti caldi e freddi potreste scegliere una delle tante creme, salse e pesti: Rustichella d’Abruzzo porta sulle vostre tavole le ricette dei migliori condimenti tramandate da madre in figlia, frutto della tradizione contadina e nel rispetto della stagionalità dei prodotti. Tutti i processi produttivi sono monitorati con cura e l’impiego di un olio di altissima qualità Extra Vergine d’Oliva della zona Aprutino Pescarese li rende irresistibili (ovviamente sempre di Rustichella, magari quello ottenuto dalla tipica varietà Intosso, una varietà abruzzese molto pregiata e apprezzata dal gusto fruttato e un aroma intenso di carciofo e foglia di pomodoro, che culmina con un retrogusto leggermente piccante). Per un tocco di originalità potreste anche scegliere un panettone salato, come quello al formaggio e pomodorini secchi che a casa Rustichella è diventato ormai un classico.

Passando ai primi, che dire? Parliamo di un pastificio che si sta facendo conoscere ed apprezzare in tutto il mondo. Qui davvero c’è solo l’imbarazzo della scelta. Non solo paste secche, all’uovo e senza glutine in tutti i formati che potete immaginare, ma anche la classica polenta (in versione istantanea pronta in 3 minuti!) o, perché no, un farro da usare come primo piatto “depurativo” a base di verdure fresche saltate e un filo di Olio Evo .

Chi vuole provare qualcosa di più innovativo può osare con i paccherini alla zucca, magari abbinati a gamberoni e crema di pecorino. E se non siete grandi chef ma volete andare sul pratico e sicuro, magari può tornarvi utile uno dei tanti sughi e salse sempre made-by-Rustichella: pomodoro e basilico, arrabbiata, genovese, pecorara, olive, ortolana, amatriciana…tutti realizzati con materie prime e processi controllatissimi.

E se fin qui abbiamo avuto un’esplosione di gusto, non possiamo che chiudere chiamando all’appello i grandi classici del Natale: panettoni, pandori, nocciolati, pressate e dolci tipici abruzzesi. La linea limited edition dei panettoni è bella innanzi tutto agli occhi: avvolti da un incarto jungle che sfiora l’esotico con i suoi fenicotteri, con l’impasto della pasta madre, i suoi canditi e il cioccolato, sono un regalo perfetto per amici e parenti. Ma non ci sono solo panettoni classici, arancia e cioccolato, amarena, fichi e cioccolato: pandori, torroni, neole, cantucci e biscotti, nocciolati e dolcezze per tutti i palati.

Una novità è la Pressata di Fichi “dottati”, caratterizzati dalla buccia sottile dal colore chiaro e dal sapore molto dolce che ricorda quello del miele: questa antica varietà di fichi viene cotta in forno, poi sapientemente lavorati con cacao in polvere, noci tritate, cannella, agrumi canditi (arancio, cedro, limone e mandarino) e aromatizzati al Rum. Il goloso impasto, pressato a forma di mattonella, viene ricoperto da uno squisito strato di finissimo cioccolato fondente. Ottimo da gustare a fine pasto.

E per il brindisi finale, se volete chiudere in bellezza, Rustichella ha pensato anche a questo: un calice di Champagne Baguette Jouette, una selezione direttamente da Epernay, uno dei luoghi cult delle bollicine transalpine.

Accomodatevi, il Natale Rustichella d’Abruzzo è servito!