The news is by your side.

Una marsicana a Sanremo, intervista ad Anna d’Agostino per il suo libro “Con Te” dedicato a “Il Volo”

Avezzano. Anna d’Agostino, una ragazza diciassettenne che frequenta il liceo Benedetto Croce, approda a Sanremo con il suo libro “Con te” dedicato al trio musicale il Volo. Il libro ha avuto molto successo. Il trio canoro, dopo essersi piazzato  al primo posto al Festival di Sanremo  del  2015, è diventato famoso in tutto il mondo e Anna lo ha seguito sempre con molta passione. Questa volta però,   è stata invitata a Sanremo  per una intervista  dietro le quinte.

Che cosa le ha lasciato questa  esperienza?
E’ stata per me un esperienza incredibile, mi sono arricchita! in un contesto così mondano  e professionale  ho avuto la fortuna di stare a contatto con quei personaggi famosi che vedi  solo in televisione, irraggiungibili per noi comuni mortali, che ti sembra tutto  un sogno infinito. Ho avuto la possibilità di cenare con Beppe Fiorello, Simone Montedoro, il capitano Giulio Tommasi di “Don Matteo”, per intenderci, Noemi , Simone Cristicchi, che è davvero quella bellissima persona che sembra e tanti altri.

Lei è giovanissima, da  quanto tempo  li segue?
Dal 2015, avevo quattordici anni sono andata a più di quindici concerti.

Come vi siete conosciuti?
La prima volta è stata il 1 novembre del 2015 a Roseto, dove conobbi Gianluca. Io e i miei genitori andiamo spesso  lì e  in un  bar conobbi proprio il nonno di Gianluca, lui lo  mandò subito  a chiamare. Poi ho saputo che ha dei cugini  che abitano ad  Avezzano. Qualche mese dopo,  a gennaio del 2016 mi ha fatto conoscere anche Ignazio e Piero, eh si, Piero!
Da  gennaio a luglio ho scritto il libro che parla di una storia d’amore.

Lei parla anche dei suoi genitori, la mamma Barbara e il papà Mauro che la seguono in questa avventura e del suo amore per il mondo dello spettacolo e della televisione a cui lei si sente fortemente destinata. Lei potrebbe definire  la storia tra lei e Piero solo un artifizio narrativo oppure c’è del vero?
Io sono una ragazza a cui piace sognare, una storia del forse o del sarà… chissà?

 

Potrebbe piacerti anche