News in tempo reale

Un defibrillatore per gli anziani e una targa agli infermieri, la solidarietà del Lions Club Avezzano

Foto: Severino Style

Avezzano. Il Lions Club Avezzano, nel corso della celebrazione della 54esima charter, consegna una targa all’Ordine degli Infermieri dell’Aquila per l’impegno profuso nella lotta alla pandemia e dona un defibrillatore a una casa per anziani.

Il Lions Club Avezzano ha consegnato alla presidente dell’Ordine delle Professioni infermieristiche dell’Aquila, Maria Luisa Ianni, una targa in riconoscimento dell’impegno profuso dalla categoria di appartenenza durante questi difficili mesi, e donato un defibrillatore alla Associazione Amici del Padre Ildebrando Gregori.

Il presidente del Lions Club di Avezzano, l’ingegner Marco Barbieri, alla presenza dei soci, dei governatori, Francesca Romana Vagnoni e Franco Saporetti, del primo vicegovernatore, Francesca Ramicone, e di numerose autorità lionistiche, civili e religiose, ha colto l’occasione per ricordare le numerose attività svolte dal Club nell’ultimo anno sociale, espressione dell’impegno profuso con passione dai soci del Club per promuovere iniziative sul territorio in ossequio ai principi lionistici.

Circa venti i service realizzati in quest’anno lionistico, volti a sostenere iniziative, anche di notevole rilevanza economica, focalizzate soprattutto sull’emergenza sanitaria e sulla lotta alla fame nel mondo, quali l’acquisto, con il contributo anche della Fondazione Carispaq, di un biofrigorifero per vaccini da donare all’ospedale di Avezzano, assieme a sei tablet per videochiamate per i ricoverati nei reparti Covid, l’acquisto di quattro defibrillatori donati alle residenze sanitarie per anziani del territorio, il contributo per l’acquisto di un pulmino a supporto dell’oncologia pediatrica di Pescara, il contributo per la realizzazione di una nursery a Wolisso (Etiopia), il contributo per la costruzione di un pozzo idrico in Burkina Faso, la raccolta di circa 300 occhiali usati che, rigenerati, saranno consegnati a chi ne ha bisogno, l’adesione al concorso internazionale “Un poster per la pace”, che ha visto la partecipazione di numerosi studenti delle scuole medie della Marsica, il banco alimentare e molto altro ancora.

Durante la celebrazione della charter, hanno fatto ingresso nel Club tre nuovi soci, la dottoressa Hilary Climastone, l’ingegner Geri Fedele e il dottor Francesco Ranalletta, che sicuramente daranno un significativo apporto alle attività di servizio del Club, considerata la loro peculiare propensione e sensibilità nel mettere il proprio tempo e la propria professionalità a disposizione di chi ne ha bisogno.

Una charter finalmente “in presenza”, che ha confermato la volontà dei soci di “servire” in maniera sempre più capillare ed efficace.