News in tempo reale

Tutto pronto per il festival gastronomico della Patata ad Avezzano, quattro giorni di eventi, musica e cibo

Avezzano. Sono iniziati i preparativi per la realizzazione della prima edizione del Festival Gastronomico che mira alla  promozione  ed alla valorizzazione della patata del Fucino. La manifestazione organizzata dall’associazione culturale “Il Mondo di Angizia” si terrà dal 28 giugno al 1 luglio 2018  presso il Centro Fieristico di Avezzano e avrà, in linea con le tradizioni  culturali e dialettali, la denominazione di “La Patana”. L ’intento, come spiega l’animatore dell’iniziativa  Ruggero De Amicis,  è quello di valorizzare e sostenere il consumo della patata del Fucino attraverso un evento gastronomico al quale parteciperanno  chef,  agriturismi e ristoranti  della Marsica.  Verranno proposti, in versione tradizionale o personalizzata  i piatti della tradizione popolare e inoltre saranno  presentate  le nuove ricette che prevedono l’uso del  prezioso e sottovalutato tubero.

 

Nei quattro giorni della manifestazione, oltre agli eventi gastronomici, sono previste  iniziative culturali, appuntamenti  con la musica popolare e di intrattenimento.  Oltre al  workshop  si organizzeranno convegni di carattere scientifico ed economico sull’impatto che la patata ha nell’economia marsicana, sulle sue prospettive di sviluppo, sulla commercializzazione e sulla sua valorizzazione e protezione. Un’ importante rassegna di prodotti tipici e tradizionali e la presenza di  birrifici artigianali faranno da cornice alla manifestazione gastronomica  incentrata esclusivamente sull’uso della patata nell’alimentazione.

“Ci aspettiamo” ha detto Ruggero De Amicis “una forte partecipazione popolare all’iniziativa,  ma soprattutto il  coinvolgimento delle istituzioni e dei produttori della Marsica i quali da poco hanno ottenuto il marchio IGP per la patata del Fucino”. E’ un’occasione, quella del Festival Gastronomico de “La  Patana”, di crescita e valorizzazione per  e del  territorio, in quanto nel piano organizzativo  è contemplata la diffusione dell’evento non solo in Abruzzo, ma anche nel Lazio, nel Molise e in Campania.”