News in tempo reale

Tutto pronto per il corteo storico medievale “Contrade e borghi” di Scurcola

Scurcola Marsicana. “… là da Tagliacozzo ove senz’arme vinse il vecchio Alardo”. Dante, nel XXVIII Canto dell’Inferno, così ricorda la battaglia epocale che si svolse nei pressi di Scurcola Marsicana, allora piccolo agglomerato, il 23 agosto nel 1268. Uno scontro straordinario che cambiò la storia d’Italia e che vide fronteggiare Corradino di Svevia e Carlo d’Angiò per il possesso del Regno delle Due Sicilie. La vittoria di Carlo che segnerà  la vita politica, amministrativa e sociale della nostra Nazione ed  Europa, sarà  ricordata dall’erezione dell’Abbazia Cistercense Francese  di S. Maria della Vittoria, un’abbazia tra le più potenti dell’Italia meridionale sorta in prossimità dei luoghi dello scontro, nei Piani Palentini e della Statua Lignea di Madonna con Bambino,  ancor oggi mirabilmente intatta nel suo splendore. Il Corteo storico medievale si svolge nei caratteristici scorci di Scurcola Marsicana, palcoscenico ideale per una rievocazione che intenda far rivivere le ambientazioni dei secoli XIII e XIV. La sfilata, che si tiene ogni anno alla vigilia del giorno dell’antica battaglia cioè il 23 agosto,  è composta da oltre 250 figuranti in costume medievale che rappresentano i vari Borghi e Contrade dello splendido paese di figuranti a scurcola marsicana durante il corteo storico (22)Scurcola. L’intento è quello di mostrare la vita e le ambientazioni al tempo dei cavalieri, delle corti medievali, dei giullari, dei dignitari del periodo storico incentrato nei giorni della storica Battaglia,  un periodo ormai trascorso ma che continua ad affascinare la sensibilità moderna. Sbandieratori, balestieri, musici, cavalieri e soldati, mostrano il loro saper fare dandosi battaglia in rappresentazione dei giochi medioevali che si svolgono nelle giornate medioevali, creando un’atmosfera suggestiva di un tempo, che attira e appassiona molti visitatori. A Scurcola Marsicana va il merito di aver saputo infondere con la splendida scenografia del borgo un’atmosfera altamente suggestiva alla manifestazione, nel ricordo di un avvenimento che ci ha reso la Marsica e la Regione Abruzzo celebri fin dal medioevo. Il progetto Europeo “Memorie di una Battaglia, l’arte venuta dalla Francia” abbraccia storicamente e culturalmente diverse Nazioni (Francia, Germania, Italia, Stato della Chiesa) Regioni (Lazio,Abruzzo, Campania) città  e comuni della nostra Nazione.