News in tempo reale

Terreno conteso tra famiglie, scoppia la sommossa. Dispiego di forze e ragazza colta da malore

Avezzano. Terreno conteso tra due famiglie e scoppia la lite durante il sequestro. E’ accaduto nella zona di Borgo Pineta dove una questione civilistica si è trasformata in una lite tra famiglie per la contesa dell’area con momenti di tensione e l’intervento di polizia, carabinieri e vigili urbani, oltre a quello di un’ambulanza del 118. Durante la diatriba, infatti, una ragazza è stata colta da malore. L’area è stata sequestrata soltanto dopo diverse ore. La contesa del terreno era tra due famiglie: quella dei Di Berardino di Avezzano da un lato e una famiglia di Napoli dall’altra. Durante le operazioni di sequestro, Walter Di Berardino, ha chiesto l’intervento della polizia e poi dei carabinieri rivendicando la proprietà del terreno. Sono giunti anche gli avvocati Cristian Carpineta e Franco Colucci. La diatriba è durata più di un’ora e alla fine c’è stato lo sgombero. Sulla vicenda è in corso un procedimento penale per abuso edilizio. Già in passato la zona era stata più volte al centro di provvedimenti di sequestro da parte della polizia locale. Per il momento la contestazione riguarda le autorizzazioni per la realizzazione della recinzione. Alla fine l’area è stata sgomberata e posta sotto sequestro in attesa di nuovi provvedimenti.