News in tempo reale

Telespazio, scatta la mobilità per 10 dei 130 lavoratori della stazione del Fucino

Ortucchio. Saranno 10 i lavoratori della stazione Telespazio di Ortucchio a poter usufruire della mobilità volontaria entro marzo 2014. Incentivi per chi deciderà di lasciare il sito entro il 30 settembre pari a tre mensilità. In base a quanto riferito dalle organizzazioni sindacali attraverso una nota congiunta oggi si è svolto il secondo incontro tra le Segreterie nazionali, territoriali e le RSU Fim,Fiom,Uilm di Telespazio e la Direzione Generale del Gruppo, in merito alla richiesta di mobilità di 40 lavoratori. Nell’incontro del 30 luglio u.s., le OO.SS. avevano posto delle richieste che oggi l’Azienda ha recepito e questo ha permesso di giungere ad un accordo per l’utilizzo della mobilità per un massimo di 35 lavoratori, distribuiti sulle varie Telespazio,, centro spaziale del Fucinosedi della Telespazio ad eccezione della Stazione dello Scanzano così suddivisi:

  • 15 per la sede di Roma
  • 10 per la stazione del Fucino
  • 5 per la stazione del Lario
  • 5 per la sede di Napoli

Si è inoltre concordato che la mobilità sarà utilizzabile fino al 31 marzo 2014, e che le eventuali uscite saranno reintegrate con nuove assunzioni all’interno del Gruppo entro il 30 giugno 2015, su questo e sull’utilizzo della mobilità è stato previsto un primo incontro di verifica entro il 31 gennaio 2014. Possono accedere alla mobilità volontaria ed incentivata principalmente sia coloro che maturerebbero i requisiti pensionistici durante il periodo di fruizione della mobilita stessa e coloro che sempre su base volontaria fossero interessati a fruirne. Per tutti coloro che aderiranno alla mobilita, sarà garantita un’incentivazione all’esodo che sommata al trattamento di mobilità versato dall’INPS, garantirà una copertura dell’80% del RAL (Reddito Annuo Lordo); per tutto il periodo di permanenza in mobilità (3 anni Lario e Roma e 4 anni Fucino e Napoli) o fino al raggiungimento del requisito pensionistico. In aggiunta, per coloro i quali aderiranno entro il 30 settembre 2013, l’Azienda riconoscerà un bonus di ulteriori tre mensilità lorde; tale bonus è ridotto a due mensilità per le adesioni entro il mese successivo; in ogni caso l’adesione alla mobilità dovrà essere comunicata all’Azienda entro il 31 marzo 2014, termine oltre il quale terminerà l’accesso alla mobilità. A tale scopo, i lavoratori interessa ti dovranno inviare la loro adesione al seguente indirizzo di posta elettronico:[email protected] Qualora il numero di aderenti fosse superiore ai posti disponibili per ciascuna sede, si terrà conto della priorità nella prenotazione. Comunque il dipendente non avrà nessun obbligo fino alla sottoscrizione dell’accordo individuale. L’Azienda ha confermato la propria disponibilità, qualora dovessero intervenire modifiche di legge alla normativa pensionistica, a trovare con la delegazione sindacale soluzioni per i lavoratori in mobilità che potrebbero essere penalizzati dalle modifiche della legge.