News in tempo reale

Tavolo istituzionale per contrastare abusivismo lavoro nero e contraffazione

Avezzano. R.E TE. Imprese Italia provincia di L’Aquila, costituita da CNdownloadA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, si attiva per contrastare i fenomeni dell’abusivismo, del lavoro nero e della contraffazione in particolare nei settori dell’artigianato, del commercio e dei servizi. “Fenomeni questi che si traducono anche in concorrenza sleale nei confronti di tutte le imprese che operano nel rispetto delle regole e della legalità. Per questo motivo l’Associazione ha convocato un incontro per discutere lo scottante tema e per sottoscrivere con numerosi altri Enti ed Istituzioni un protocollo d’intesa. “Per tale situazione pensiamo sia necessario organizzare un fronte comune dichiara la Presidente Franca Sanità e sottoscrivere un’intesa che punti ad individuare nuove forme di collaborazione tra parti sociali e istituzioni pubbliche per migliorare le attività di indagine e favorire l’efficacia complessiva dei controlli che i vari enti istituzionali conducono sul territorio. A nostro avviso, è necessario relazionarsi, attraverso lo scambio costante di informazioni, la realizzazione di interventi congiunti, la costituzione di un tavolo di lavoro permanente per il monitoraggio dello scenario provinciale e la condivisione delle strategie di intervento”. “Superfluo ribadire” sottolinea la Presidente Sanità “che questi fenomeni generano costi per tutta la collettività, in termini di incremento del lavoro nero, del sommerso, dell’evasione fiscale e contributiva, nonché di mancato rispetto delle norme in materia di qualificazione professionale, di disposizioni igienico-sanitarie, di sicurezza sui luoghi di lavoro”. L’incontro si terrà il 28 marzo  alle ore 10,30 presso la sede della CNA provinciale di Avezzano. Sono stati invitati: il Prefetto di L’Aquila, il Presidente della Provincia, i Sindaci di Avezzano, L’Aquila e Sulmona, il Presidente della CCIAA, i Comandi della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, Commissariato Polizia di Stato, Corpo Forestale e della Polizia Locale, i Direttori dell’Inps, Inail, Agenzia delle Entrate, Provinciale del Lavoro e della As e le Associazioni dei Consumatori.