News in tempo reale

Summit a Roma per la Cartiera, la proprietà: sì alla riapertura del sito ma solo parziale

Avezzano. Sì alla riapertura del sito produttivo della Burgo, ma solo per il reparto allestimento. Intanto si lavora alla trattativa con tre nuovi partner. Queste le novità emerse oggi durante il summit al ministero per lo Sviluppo economico nella capitale. Al vertice, al quale si è arrivati dopo numerose fumate bianche, hanno preso parte i sindacati e i rappresentanti istituzionali. E’ stata vietata invece la presenza dei lavoratori per motivi di ordine pubblico. “Un incontro difficile”, il commento del presidente del Consiglio comunale, Domenico Di Berardino, “dobbiamo salvaguardare il sito produttivo di Avezzano e mantenerlo in vita con il duro impegno di ogni protagonista di questa tragica vicenda. L’amministratore delegato Paolo Mattei, seppur esortato dal Ministro stesso, ha proposto la riattivazione temporanea e parziale del solo reparto ‘Allestimento’ per lo smaltimento dei prodotti ancora in magazzino”. Durante il vertice, inoltre, è emerso che ci sono in corso delle trattative per poter cedere l’azienda. Tre i partner interessati al sito di Avezzano. Tutti i rappresentanti istituzionali e i sindacati hanno chiesto di riavviare la produzione, ma ogni decisione è stata rimandata al prossimo incontro, previsto per gli inizi di novembre. All’incontro hanno partecipato il vice presidente della Regione Giovanni Lolli, presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio Del Corvo, l’assessore al lavoro, Claudio Tonelli, l’assessore alla cultura, Emilio Cipollone, il consigliere provinciale Felicia Mazzocchi e il capo di gabinetto, Massimo Verrecchia, si è parlato più che mai di riapertura. “Stiamo lavorando per la ripresa dell’attività lavorativa – ha dichiarato Del Corvo – anche se parziale. La riapertura dello stabilimento, anche se circoscritta, rappresenterebbe un segnale enorme di speranza volto ad una soluzione per tutti i lavoratori e per l’intero territorio. Domani, l’azienda renderà noti il numero dei quantitativi lavorati e quello dei dipendenti”. I delegati a Roma al ritorno dal vertice si recheranno al Comune di Avezzano dove si svolgerà un incontro con i lavoratori ai quali sarà reso noto quanto emerso nel ministero dello Sviluppo economico. Domani mattina alle 10 è prevista un’assemblea davanti all’azienda.