News in tempo reale

Stop all’alta velocità lungo le strade della città, arrivano i Tutor acquistati con i fondi Ici

Avezzano. Tempi duri per gli amanti dell’alta velocità nelle vie del centro cittadino: arrivano i tutor. Gli occhi elettronici, che saranno installati nell’area del quadrilatero e sulle principali strade di accesso, saranno finanziati dal recupero di fondi Ici e Tosap individuati dall’assessorato al bilancio. I controlli a tappeto, infatti, hanno prodotto un introito supplementare di 35 mila euro: 30 mila dall’imposta comunale sulle seconde case, i fabbricati e i terreni; 5mila dall’occupazione del suolo pubblico. Fondi che ora saranno utilizzati per il comparto sicurezza stradale che partirà con una prima fase sperimentale. Dopo il test i tutor saranno installati ad ampio raggio“. Il maggior incasso per le casse comunali, frutto di un attento controllo di accertamento sui tributi non pagati”, affermano il sindaco Antonio Floris e l’assessore al bilancio Lorenzo De Cesare, “saranno utilizzati per aumentare il livello di sicurezza lungo le strade di accesso a maggior rischio in linea con le esigenze manifestate dei cittadini”. Incassati i fondi, quindi, l’amministrazione comunale ha avviato le procedure tecniche per l’avvio del servizio in forma sperimentale, che sarà realizzato dalla Polizia locale al comando di Luca Montanari su input dell’assessore alla viabilità Aureliano Giffi. “L’obiettivo”, spiegano gli amministratori, “è quello di indurre gli automobilisti indisciplinati, che scambiano le vie del centro cittadino per piste di gara, a ridurre la velocità per evitare tragedie. L’operazione tutor è finalizzata a rafforzare il progetto sicurezza messo in cantiere dal Comune con l’installazione dei dossi artificiali in alcune strade: i sistemi di controllo elettronico della velocità, opportunamente segnalati, non hanno carattere repressivo, né mirano a fare cassa, ma molto più semplicemente a far rispettare i limiti di velocità, per rafforzare il livello di sicurezza stradale e ridurre il rischio di incidenti o di investimento dei pedoni”.