News in tempo reale

Sorgenti in crisi, appello del Cam: ad usare l’acqua nelle abitazioni con parsimonia

Avezzano. Scende la portata delle sorgenti e, di conseguenza, il livello di accumulo di acqua nei serbatoi e nei partitori, il Cam, costretto a ridurre le forniture, lancia un appello ai cittadini: “usate il prezioso liquido con parsimonia”. Esortazione girata anche ai sindaci per sensibilizzare la popolazione al contenimento dei consumi. Nel mese di novembre, infatti, il livello dell’acqua scende normalmente alla portata minima, mentre quest’anno la situazione è resa più critica dalla carenza di pioggia. La portata delle sorgenti di Rio Sonno, Verrecchie e Liri che nel mese di marzo assicurava rispettivamente, 147, 130 e 310 litri secondo, a ottobre è scesa a 94, 100 e 230. “Non siamo a livelli allarmanti, la situazione è sotto controllo”, spiega il direttore tecnico della società di gestione, Leo Corsini, “ma per evitare disagi è opportuno adottare tutti gli accorgimenti per limitare il consumo di acqua”. Il problema, comunque, non riguarda l’intera Marsica, poiché in alcune aree il Cam può supplire alla carenza pompando più acqua dal sottosuolo, ma le zone servite con sorgenti di superficie, soprattutto i Comuni di Avezzano, Scurcola Marsicana, Magliano dei Marsi, Massa d’Albe, Capistrello e la frazione Ridotti di Balsorano. “L’ideale sarebbe la messa in rete dell’intero sistema”, afferma il vice presidente del Cam Pasqualino Di Cristofano, “ma per una simile operazione occorrono fondi ingenti che la società di gestione non ha”. Il Cam, infatti, può solo tamponare le criticità: in quest’ottica la società ha messo in agenda per domani, 18 novembre, un intervento per la riparazione di un guasto sul sistema acquedottistico Liri-Verrecchie tra il partitore di “Cappadocia e la centrale di sollevamento di Roccacerro. Operazione che provocherà l’interruzione dei rifornimenti ai serbatoi con possibili disagi per alcune frazioni di Tagliacozzo (Poggio Filippo, San Donato, Sorbo, Gallo, Roccacerro, Tremonti); Cappadocia (Verrecchie Alto); Sante Marie (Sante Marie Alto, Scanzano, Santo Stefano, Val de Varri, Castelvecchio, Dolomiti D’Abruzzo); Magliano (Marano). Interventi comunicati ai sindaci e alla Prefettura. “Per eseguire i lavori”, spiega il responsabile delle reti di adduzione del Consorzio Acquedottistico Marsicano, Roberto Camasso “il flusso idrico sarà forzatamente interrotto, con conseguente probabile riduzione del rifornimento ai principali serbatoi comunali, dalle ore 8 alle 12, e comunque fino alla conclusione dell’intervento. L’intervento verrà eseguito con la massima celerità assicurando il flusso minimo agli utenti anche durante il periodo dei lavori”.