The news is by your side.

A24 e A25, continua la battaglia contro il caro pedaggi. La posizione dei sindaci: non ci arrendiamo

L’Aquila. I sindaci e gli amministratori di Abruzzo e Lazio, impegnati nella lotta contro il caro pedaggi e per la sicurezza dell’A24 e A25, all”esito della manifestazione che si è svolta questa mattina a piazzale Montecitorio, all’esterno della Camera dei Deputati, manifestano il loro dissenso e la profonda delusione per il riscontro esiguo rivolto ai parlamentari e ai rappresentanti regionali.

Gli unici ad accogliere gli amministratori locali sono stati gli onorevoli abruzzesi Stefania Pezzopane e Camillo D’Alessandro, assieme ai consiglieri regionali Silvio Paolucci e Americo Di Benedetto. A sostegno dei primi cittadini e amministratori presenti di Lazio e Abruzzo è intervenuto anche il vicepresidente emerito del Csm Giovanni Legnini.

“Del ministro Toninelli e degli altri Parlamentari e rappresentanti delle Istituzioni Superiori, nessuna traccia”, spiega il sindaco di Carsoli Velia Nazzarro, “nonostante il maltempo e la pioggia battente, i due onorevoli hanno ospitato noi manifestanti nella sala del loro gruppo parlamentare, ascoltando le nostre istanze ed esprimendo pieno sostegno alla protesta”.

“Nonostante lo scarso interesse dimostrato da chi dovrebbe tutelare i territori rappresentati dagli amministratori locali”, conclude, “la battaglia prosegue e, per i primi giorni di giugno, subito dopo le elezioni europee, noi sindaci e amministratori ci mobiliteremo di nuovo per ottenere l’accoglimento di tutte le nostre richieste, senza indugio”.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto