News in tempo reale

Scontro a tre in vista a Tagliacozzo. Non si escludono altre liste

Tagliacozzo. Giochi quasi fatti nel Comune di Tagliacozzo dove ci si prepara alle elezioni per rinnovare il consiglio che guierà la città per i prossimi cinque anni. Il centrosinistra sembra pronto ad andare alla elezioni unito, il centrodestra è invece spaccato e per ora l’unico candidato ufficiale è Giampietro Pendenza.  A guidare la compagine che ruota intorno al Pd sarà Bruno Rossi, sostenuto dall’attuale coordinatore cittadino del partito, Roberto Giovagnorio, già candidato alle ultime elezioni provinciali. In una prima fase erano emersi anche i nomi di Domenico Amicucci, attuale assessore comunale, che però in più occasioni aveva affermato di non essere intenzionato a proseguire l’attività amministrativa, Nello Maiolini e l’attuale primo cittadino, Dino Rossi. Tra i nomi anche quello di Franco Di Giannantonio. Ora si lavora solo alla compagine che, secondo la linea già espressa dal candidato sindaco si parla di uno schieramento allargato. Ci sarebbe poi la possibilità di una lista del Sel (Sinistra e libertà), guidata da Vincenzo Montelisciani. Nei giorni scorsi c’è stato un riavvicinamento con il Pd ma dal partito di Vendola avrebbero chiesto, come requisito per un eventuale accordo elettorale, un segno di discontinuità con l’attuale amministrazione. Sul versante del centrodestra in corsa c’è l’ex sindaco Giampietro Pendenza che è al lavoro per la costituzione di una compagine formata soprattutto da giovani. Dei dodici candidati, infatti, quasi la metà sarebbe composta da neofiti della politica. Poco chiare ancora le inteenzioni del gruppo denominato la “Parigina”, guidato da Maurizio Di Marco Testa. La sua candidatura, colpi di scena a parte, sarebbe ormai certa, ma la lista è ancora alle prese con delle correnti interne. In una fase di consultazione una parte del gruppo aveva avanzato la candidatura dell’avvocato Paolo Novella. Al lavoro anche un movimento civico denominato “Tagliacozzo e frazioni”, guidato da Mario Marini ma ancora senza il suo candidato sindaco. C’è inoltre un gruppo orientato al centrodestra capeggiato da Enrico e Lorenzo Pendenza. Anche l’attuale vicesindaco, Pietro Mercuri, insieme all’assessore Alfonso Gargano, avrebbero costituito una compagine indipendente, ma per ora non ci sono certezze. All’ultimo momento questi gruppi potrebbero confluire in altre liste.