The news is by your side.

Si presenta ubriaco a casa della ex e dà in escandescenza, scatta misura cautelare per un 52enne

Pescina. Nonostante avesse il divieto di avvicinare moglie e figli, si è presentato sotto casa della ex e ha dato di matto, lanciando bicchieri sia all’interno che all’esterno dell’abitazione. Per questo motivo, il giudice monocratico del tribunale di Avezzano, Daria Lombardi, ha emesso, nei confronti di N.S., 52 anni, un provvedimento di misura cautelare con il quale viene fatto divieto di recarsi a Pescina, comune di residenza della ex e dei suoi figli. La richiesta è stata avanzata dal pubblico ministero alla luce delle indagini dei carabinieri di Trasacco. 

Stando agli accertamenti del caso, lo scorso 12 gennaio l’uomo avrebbe violato il divieto di avvicinamento alla moglie e ai figli, presentandosi sotto casa della donna in condizioni alterate dai fumi dell’alcool. Già in passato l’uomo si era reso responsabile di numerose violazioni della misura cautelare in atto del divieto di avvicinamento, dimostrando, col suo comportamento, di essere totalmente incurante dei divieti e delle prescrizioni imposte dal giudice di Avezzano e di non avere alcun autocontrollo delle proprie emozioni.

Negli ultimi giorni, però, il 52enne aveva perso il controllo di sé, recandosi più volte a casa della donna e ponendo in essere anche atteggiamenti violenti. Oltre al divieto di avvicinamento al Comune di Pescina, l’uomo, difeso dagli avvocati Luca e Pasquale Motta, ha anche l’obbligo di presentazione quotidiana davanti ai carabinieri di Avezzano.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto