News in tempo reale

Sì all’accorpamento scuole Balsorano e San Vincenzo, Caruso ai genitori: recuperate dialogo con istituzioni

Balsorano. Riorganizzazione della rete scolastica, la Provincia dice sì al piano di dimensionamento degli istituti per l’anno scolastico 2018/2019. Presenti all’assise 43 sindaci che hanno legalmente convalidato l’assemblea insieme al dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Amalia Rosella Parisse e il funzionario Provinciale alla pubblica istruzione la Patrizia Di Gregorio. Il presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso ha aperto l’assemblea per discutere il primo punto all’ordine del giorno, ovvero, approvazione del regolamento per il funzionamento della conferenza, ricordando di ottemperare un obbligo di legge, non essendo mai stato istituito.

Il presidente ne ha descritto brevemente il contenuto, successivamente approvato all’unanimità. Sull’accorpamento dei plessi scolastici di Balsorano e San Vincenzo, Caruso ha precisato che non costituisce argomento di dimensionamento scolastico; la conferenza, pertanto, non si è espressa sulla citata proposta di riordino. Le amministrazioni comunali di Balsorano e San Vincenzo Valle Roveto, invece, hanno fatto sapere che c’è stata una presa d’atto della riorganizzazione scolastica cosi come deliberata dai due enti. “Nonostante il nuovo riassetto delle scuole nei nostri due comuni (primaria a Balsorano e secondaria a San Vincenzo) non rientri nel piano provinciale di dimensionamento, ha trovato unanime consenso tra i 43 sindaci presenti”, hanno spiegato gli amministratori comunali. “apprezzatissimi gli interventi dei sindaci Buffone e Lancia, che hanno ribadito le ragioni delle scelte, accogliendo  nel contempo l’invito del presidente della Provincia Angelo Caruso, a ricercare la più ampia condivisione con tutta la cittadinanza, mantenendo sempre vivo un dialogo costruttivo e  superando ogni anacronistico campanilismo. Plauso alla lungimiranza e all’attenzione per una migliore formazione dei nostri bambini, insita nella decisione dei nostri comuni, e’ stato espresso dalla dirigente scolastica provinciale Parisse”. A margine del confronto, infatti il presidente ha altresì rappresentato le preoccupazioni dei genitori interessati, che ha personalmente voluto incontrare, invitandoli a recuperare il dialogo con le amministrazioni e, queste ultime, a rivedere le decisioni assunte affinché si individui un percorso condiviso nell’interesse degli alunni. È stato approvato, all’unanimità, il mantenimento in deroga dell’Istituto comprensivo di Pescasseroli. A votazione anche il mantenimento in deroga dell’Istituto omnicomprensivo di Celano, punto approvato con il solo voto contrario del dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Amalia Rosella Parisse.