News in tempo reale

Sì al mercato del sabato in centro, ma cresce la preoccupazione degli ambulanti: non allungate i tempi

Avezzano. Il mercato del sabato tornerà nel centro di Avezzano. Dove? A questa domanda ancora nessuno ha dato una risposta. Al termine del consiglio comunale straordinario di ieri, infatti, come raccontato da MarsicaLive la maggioranza ha dato la sua parola che toglierà il mercato dalla zona nord della città dove era stato trasferito 6 mesi fa e lo riporterà nella zona centrale di Avezzano.

Per fare ciò, però, bisognerà vagliare una serie di proposte che l’amministrazione è pronta ad accogliere. Il termine ultimo per la presentazione delle idee per una nuova collocazione del mercato è il 31 maggio dopo di che una commissione con gli impiegati degli uffici comunali si metteranno al lavoro per vagliarle una a una. L’intento del sindaco Gabriele De Angelis e dei suoi è quello di attuare “un piano di riorganizzazione del mercato che preveda una rilevazione dell’esatto numero degli operatori aventi diritto, una verifica sulle dimensioni dei mezzi a disposizione degli stessi e una standardizzazione, per quanto possibile, delle dimensioni dei posteggi, oltreché una attenta analisi di costi e benefici”.

Gli ambulanti, presenti ieri nella sala consiliare per il consiglio, hanno espresso tutta la loro preoccupazione intervenendo anche durante i lavori per incalzare gli amministratori. Quello che temono, infatti, è che dall’arrivo delle proposte al vaglio di ciascuna passino altri mesi che per loro sono determinanti. L’estate è ormai alle porte e come ricordato dai protagonisti del mercato del sabato restare nella zona nord può rappresentare un ulteriore danno.

L’amministrazione comunale ha confermato che ci sarà la massima coralità per questa nuova collocazione e un confronto con associazioni di categoria e ambulanti. Sui tempi, però, non si sono pronunciati. Ora bisognerà aspettare di capire quanti e quali proposte verranno presentate e se ciascuna sarà in linea con le misure di sicurezza imposte dalla normativa Gabrielli.