News in tempo reale

Sfuma a causa di una testata dell’avversario il sogno di Di Berardino per il titolo italiano che resta vacante

Avezzano. Sfuma a causa di una testata involontaria e con un pari tecnico il sogno del pugile avezzanese Ivan Di Berardino. L’incontro per il titolo italiano dei pesi massimi si è concluso con un pari tecnico. Il titolo rimane vacante. Il match si è tenuto a Campo del Colosseo di Cassino, alle 21. Il marsicano ha incontrato Giammarco Cardillo, di Cassino. I primi round hanno visto una buona performance di Di Berardino, allenato da Ivan Fiorletta, ma poi è arrivata una testata di Cardillo che, secondo il direttore di gara, è stata accidentale ma che ha preso in pieno Di Berardino che comunque non ha perso le forze continuando a combattere.

Alla fine è arrivata l’interruzione. Secondo l’arbitro, la ferita è stata provocata da una testata accidentale e non avendo disputato un quarto dei 10 raund previsti, il matcth si è concluso con un verdetto di pari tecnico. Non è mancato il disappunto del pubblico che ha salutato il verdetto dei giudici con dei fischi. Sfuma così il sogno di Di Berardino che però non demorte, dicendosi pronto ad andare avanti per la conquista del titolo. Nell’incontro ha dimostrato un’ottima forma e una buona preparazione che gli ha permesso di affondare colpi importanti che hanno messo in difficoltà il fortissimo avversario. Il titolo è solo rimandato.