News in tempo reale

Servillo, Girotto e Mangalavite porteranno la musica di Lucio Dalla a Tagliacozzo

Tagliacozzo. Domani, Lunedì 8 Agosto 2022, ore 21.15 nel monumentale Chiostro di San Francesco il 38 Festival di Tagliacozzo ospita il secondo dei grandi omaggi in programma nella rassegna: un grande concerto di parole e musica dedicato a Lucio Dalla nel decimo anniversario dalla morte. Nel dare vita a un nuovo programma musicale dedicato a al grande poeta – cantante bolognese, il trio dall’ormai lungo affiatamento formato da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite non poteva scegliere titolo più consono di “L’anno che verrà”: un grande augurio per il futuro che verrà dopo gli anni bui della pandemia.

Tre personalità artistiche provenienti da culture musicali diverse, ricche e versatili ma con la stessa straordinaria capacità interpretativa: gli argentini Javier Girotto, al sax soprano e baritono e Natalio Mangalavite, al pianoforte, tastiere, incontrano la voce di Peppe Servillo e presentano “L’anno che verrà. Canzoni di Lucio Dalla”, un viaggio attraverso i capolavori di uno dei più grandi maestri della musica italiana di tutti i tempi. I due argentini Girotto e Mangalavite, da subito hanno riconosciuto nell’incontro con Servillo una possibilità di ritorno alla propria cultura condotto senza retorica, ma giocando in prima persona la scommessa di scrivere canzoni “nuove”.

Canzoni “antiche”, si direbbe invece per Servillo, che può frequentare così paesaggi classici del fare musica popolare, senza il rischio della ridondanza.

I tre protagonisti ci accompagnano attraverso un incontro inedito tra culture musicali diverse, ma ricche e versatili, che creano un incastro musicale originale ed entusiasmante presentandoci una versione inedita dei brani più belli del cantautore bolognese.

La fama del casertano Peppe Servillo è legata innanzi tutto al suo ruolo di frontman degli Avion Travel; l’argentino Natalio Mangalavite è stato una solida spalla per jazzisti come Paolo Fresu e Horacio ‘El Negro’ Hernandez, oltre che per Ornella Vanoni; Javier Girotto, anche lui argentino, deve la propria fortuna in Italia al successo del suo gruppo Aires Tango oltre che alle collaborazioni con i principali jazzisti di casa nostra: Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Bebo Ferra, Antonello Salis….

L’intesa tra personalità artistiche così variegate e fortemente caratterizzate si è affinata nel corso di ripetute collaborazioni, che ci hanno fatto apprezzare il loro modo di applicare l’improvvisazione, elementi jazz e ricercatezze varie alle musiche di volta in volta eseguite.

Il Festival continua il 9 Agosto con il grande concerto – spettacolo dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Martins Ozolins con la voce di Ripalta Bufo dal titolo accattivante: “Gatti, Streghe, Stelle e Sogni”.