News in tempo reale

SEL Tagliacozzo: “Una proposta per evitare l’aumento dell’IRPEF”

Tagliacozzo. Nel pomeriggio di oggi 4 settembre si terrà un importante consiglio Consiglio Comunale che sarà chiamato a discutere il bilancio di previsione dell’Ente per l’anno in corso. Dall’Amministrazione guidata da Maurizio Di Marco Testa è pervenuta una proposta di aumento dell’addizionale IRPEF sui redditi delle persone fisiche. Si passerebbe, per i redditi annui che superano i 12.000 euro, da un’addizionale dello 0,5% a una dello 0,8%. Secondo le stime fatte dal Circolo di SEL, l’aumento dell’addizionale comunale dello 0,3%, comporterebbe, su una base imponibile di 15.000 euro, un aumento di circa 50 euro a contribuente. “Apprezziamo la volontà dell’Amministrazione – dichiara il Consigliere Comunale di SEL Vincenzo Montelisciani – di non ridurre i servizi ai cittadini nonostante i tagli dei trasferimenti dallo Stato, ma riteniamo iniquo l’aumento indiscriminato dell’addizionale IRPEF. La scelta dell’Amministrazione  è quella di esentare dal pagamento della TASI (la nuova imposta sui servizi indivisibili istituita dal Governo Letta) tutte le seconde case, siano esse tenute in locazione o sfitte. Ci sembra assurdo, in un momento come questo, colpire ulteriormente i redditi da lavoro e tenere al Tagliacozzo, Municipio Comuneriparo dal pagamento della TASI tutti i proprietari di seconde case. La nostra proposta è di introdurre il pagamento della TASI sugli immobili sfitti, salvaguardando quindi tutti i proprietari che decidono di mettere i propri immobili sul mercato degli affitti nonché gli inquilini (ai quali spetterebbe il pagamento del 30% dell’imposta). I vantaggi sarebbero molteplici: innanzitutto questo consentirebbe di evitare l’aumento dell’IRPEF per i redditi fino a 25.000 Euro salvaguardando i redditi da lavoro medi e medio-bassi; consentirebbe di aumentare le detrazioni, modulandole in maniera progressiva, a vantaggio delle famiglie con figli a carico; non colpirebbe gli inquilini in affitto, perché sulle case locate l’aliquota resterebbe allo 0‰; sarebbe un incentivo all’emersione degli affitti irregolari e non registrati; sarebbe un incentivo per i proprietari a mettere i propri immobili sul mercato degli affitti, contribuendo alla riduzione dei canoni di locazione che a Tagliacozzo sono eccessivi e talvolta proibitivi per le famiglie a basso reddito. Nel Consiglio Comunale di oggi – conclude Montelisciani – proporremo di rinviare l’approvazione delle aliquote IRPEF e TASI alla prossima settimana, per dare agli uffici il tempo necessario di rimodulare le tabelle secondo queste indicazioni. In caso contrario la maggioranza e il Sindaco si assumerebbero la responsabilità di aver scelto di aumentare le tasse sui redditi da lavoro della maggioranza dei cittadini.”