News in tempo reale

Scuola Montessori, sopralluogo del sindaco dopo il ferimento della bimba: vecchie criticità, ma tutto a norma

Avezzano. Il sindaco Gabriele De Angelis visita la scuola Montessori, ex via Salto. Dopo l’appello per la scarsa manutenzione della struttura lanciato da un genitore che ha visto tornare a casa la sua bambina con una manina graffiata da un chiodino il primo cittadino è andato di persona a verificare. Accompagnato dalla dirigente scolastica Fabiana Iacovitti il sindaco ha fatto visita alla scuola e ha chiarito che “ci sono delle vecchie criticità che vanno risolte e lo faremo in tempi brevi. Al di là di questi piccoli interventi la scuola Montessori è perfettamente funzionante e non ha chiodi pericolosi alle pareti”. La dirigente Iacovitti, che ha fatto da guida al sindaco nella scuola ex via Salto, ha voluto precisare quanto accaduto alla bambina. “Il papà non ha cercato contatti con la scuola prima di contattare il giornale”, ha affermato la preside, “la bambina si è leggermente graffiata con un chiodino ricoperto con della plastica che è sfuggito al controllo ma non si tratta di un chiodo. Non ci sono chiodi alle pareti, la nostra scuola è aperta a tutti e chiunque volesse visitarla può rendersi conto.

Ci tengo a precisare, che la nostra struttura è munita di una cassetta di pronto soccorso, così come vuole la normativa, che si trova non lontano dall’ingresso principale, in modo da essere facilmente fruibile dall’insegnante responsabile del pronto soccorso. Tutto è a norma come vuole la legge. Per quanto riguarda i copri termosifoni, si tratta di una problematica già lamentata alle amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni. Il sindaco De Angelis ha preso visione dello stato delle cose e si è impegnato a intervenire. Chiarisco che i copri termosifoni non mettono in pericolo i bambini, hanno angoli coperti da gommapiuma e a uno è stato messo un banco davanti”.