News in tempo reale

Scontro sul piano commercio, Venditti: solo annunci. Boccia: città migliore, colpa delle loro zavorre

Avezzano. Attacco ad ampio raggio all’amministrazione del candidato consigliere comunale (coalizione De Angelis) Domenico Venditti. L’aspirante consigliere critica l’immobilismo dell’amministrazione Di Pangrazio sul piano commercio. Il vicesindaco Nando Boccia replica. “E’ chiaro che Venditti non conosce la nostra città, dobbiamo liberarci delle loro zavorre per andare più spediti”.

“Con ‘asfalto elettorale’ si intendono quei lavori che, mai fatti durante i 5 anni, si attivano a ridosso delle elezioni”, afferma Venditti in una nota, “ne stiamo vedendo tanti, in questi giorni, anche qui ad Avezzano. Nulla invece di concreto si intravede per quanto concerne le attività produttive, il commercio e l’artigianato che, in questa nostra città, checché ne dica il sindaco, stanno soffrendo una crisi tremenda. Solo annunci e promesse di cose che, se pur utili al rilancio dei settori produttivi, un’Amministrazione in carica da cinque anni avrebbe dovuto avviare da tempo e non riproporle come buone intenzioni in campagna elettorale. Tutte le Associazioni di Categoria, nonostante tutto, avevano salutato con un “meglio tardi che mai” l’ultimo annuncio fatto dal Sindaco, a fine febbraio, sulla istituzione di un tavolo di lavoro per elaborare un piano di rilancio del commercio e del centro città. A quanto mi risulta, questo tavolo in tre mesi non si è mai riunito, in questo caso neanche la soddisfazione di una convocazione “pre¬elettorale”. È ora che Avezzano volti pagina. La nostra compagine, guidata da Gabriele De Angelis, ha le credenziali giuste per rilanciare il commercio in città ed evitare la desertificazione del centro: conoscenza approfondita dei problemi e consapevolezza delle soluzioni da mettere in campo, esperienza e, soprattutto, capacità di fare. Su questo aspetto, ritengo di poter dare un contributo fattivo e concreto per il rilancio delle piccole imprese ad Avezzano. La mia storia, il mio impegno associativo, a tutela degli interessi delle Piccole Imprese del Territorio, il coraggio e la determinazione che metto nella risoluzione dei problemi, mi aiuteranno nell’essere da stimolo e pungolo alla nuova Amministrazione. Farò in modo che quelle cose che abbiamo inserito nel nostro programma (riqualificazione del centro, istituzione del Bid, nuovo Piano del Commercio, caro affitti, lotta all’Abusivismo, Sicurezza ed accesso al Credito) vengano effettivamente realizzate. Le imprese ed tutto il tessuto produttivo della Città hanno bisogno di azioni concrete. Subito! Dovremmo dedicare i primi 100 giorni di governo a ridare una speranza a loro ed all’intera cittadinanza. Il mio impegno sarà totale, nella direzione del fare”.

Non si è fatta attendere le replica del vicesindaco Boccia secondo cui “il candidato Domenico Venditti vive su un altro pianeta poiché non è in grado di riconosce come è migliorata la città negli ultimi cinque anni e, soprattutto, non ha seguito quello che sta accadendo in questi giorni. O forse non gli conviene farlo?”.
“Allora vogliamo ricordarglielo noi”, sottolinea Boccia, “è stato presentato il bando per completare la riqualificazione di Piazza Torlonia e l’Arssa con la creazione di un polo universitario, grazie ai fondi del Masterplan, un ulteriore tassello che questa amministrazione andrà ad aggiungere a quella nuova veste estetica, culturale e commerciale data alla città, dal centro alle periferie.
Chi afferma che al centro di Avezzano i negozi stanno chiudendo, dovrebbe farlo basandosi sui dati Suap che, in un periodo di crisi su scala mondiale, vede Avezzano andare controcorrente con un trend positivo di più 50 nuove aperture. A questo si aggiungerà la galleria commerciale che verrà realizzata nella struttura della Corradini- Fermi e che conferirà ancora più lustro alle strade del centro cittadino. Inoltre con l’università ci sarà anche una maggiore utenza per le attività commerciali. Questo è parte di ciò che faremo per il commercio per il centro città. Fino ad ora abbiamo sentito solo critiche, ma nessuna nuova idea. Certo è che il piano commercio è bloccato proprio da chi, o chi per lui, muove oggi queste accuse. Come ulteriore incentivo abbiamo ridotto anche le imposte in aiuto ai commercianti e continueremo a farlo nei prossimi cinque anni. Il tavolo, nelle sue componenti associative, è stato costituito, ma non ci è sembrato opportuno riunirlo, poiché, qualcuno a caso, ci avrebbe accusati di farlo per motivi elettorali.
Il nostro sindaco, Giovanni Di Pangrazio, si è battuto per tutelare tutte le imprese: a novembre è certa la riapertura della Burgo ed anche la ex Vesuvius sta partecipando ad un importante progetto per riaprire i battenti con una nuova gestione. Sia il Sindaco, sia il vicepresidente della Giunte regionale Giovanni Lolli, hanno evidenziato che è in fieri un bando sui fondi FESR destinato alle piccole e medie imprese marsicane e anche a quelle commerciali. L’ammontare è di 3.2 milioni, la percentuale più alta in tutta la regione. Forse Venditti un piccolo plauso poteva pure farcelo, o forse non è a conoscenza (cosa ancora più grave). Ed, infine, solo qualche giorno fa la nascita, nella Marsica, del settimo distretto aerospaziale d’Italia, mentre il premio nazionale ricevuto dal nostro Sindaco per la messa in sicurezza delle scuole parla da se.
Chi oggi si limita alle sole accuse, è chiaro che non ha proposte concrete e soprattutto non ha fatto nulla per il bene di questa città quando avrebbe potuto. Quando ci saremo liberati definitivamente di certe zavorre, andremo avanti ancora più spediti”.