News in tempo reale

Scontro auto-bus della discoteca. Conducenti in stato d’ebbrezza: 6 i feriti, uno in prognosi

Foto Oddi

Avezzano. Guidava il bus navetta messo a disposizione dalla discoteca per accompagnare i ragazzi ed evitare le stragi del sabato sera, ma era sotto l’effetto di droghe. Il conducente del mezzo, denunciato, stava trasportando tre ragazze quando si è scontrato con un’auto guidata da un altro giovane, anche lui denunciato per guida in stato di ebbrezza.  E’ accaduto la notte scorsa, alla periferia di Luco dei Marsi e sei persone sono rimaste ferite, di  cui uno ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale dell’Aquila. Erano circa le 04,30 della notte tra sabato e domenica e le strade erano ancora “trafficate” per il ritorno dai locali notturni. Un “bus-navetta” appositamente noleggiato dal gestore di una nota discoteca di Avezzano per il trasporto dei giovani clienti dei centri della Marsica, per cause in corso di completo accertamento da parte del personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avezzano e della Stazione di Luco dei Marsi,collideva con una autovettura. A seguito dell’incidente, complessivamente, sei persone rimanevano ferite. Il “bus/navetta”, un pullmino “Citroen Jumpy” percorreva la strada provinciale in direzione di Trasacco con a bordo, oltre al conducente, tre ragazze che stavano tornando a casa, nella “Vallelonga”, dopo la nottata passata in discoteca. Da una strada laterale, alla periferia di Luco dei Marsi, sopraggiungeva una Toyota Yaris che collideva con il pullmino. A seguito dell’impatto entrambi i mezzi finivano “fuori strada”, in un terreno a margine carreggiata. Uno dei due, fra l’altro di capovolgeva. Gravi, come detto, le conseguenze fisiche delle persone coinvolte: oltre ai conducenti dei mezzi, che riportavano lesioni giudicate guaribili in una decina di giorni, anche le tre ragazze trasportate sul pullmino riportavano lesioni giudicate guaribili dai 7 ai 15 giorni. Ma il più grave risultava il trasportato della “Toyota”: per lui si è reso necessario il ricovero presso l’ospedale civile di L’Aquila con prognosi riservata. A seguito degli accertamenti svolti dai militari operanti. il conducente del pullmino “da noleggio”, M.M. di 31 anni di Avezzano, veniva deferito alla competente Autorità Giudiziaria per essersi posto alla guida di un automezzo sotto l’effetto di stupefacenti. Il conducente della “Toyota”, F.P di 23 anni di Celano, invece, veniva deferito per essersi posto alla guida di un automezzo in stato di ebbrezza alcolica e per essersi rifiutato di sottoporsi ai relativi esami. Ovviamente, in conseguenza dei suddetti provvedimenti, ad entrambi veniva ritirata la patente di guida per la successiva sospensione. I mezzi coinvolti nell’incidente stradale venivano sottoposti a sequestro. Su tutta la vicenda è stata informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano.