The news is by your side.

Scia luminosa avvistata da tanti nella Marsica prima dello schianto di Tiangong-1 diventa virale

67

Avezzano. Una scia luminosa anomala stata avvistata e fotografata da più persone nella Marsica nella serata di ieri. Il fenomeno, che ha lasciato gli spettatori a bocca aperta, ha suscitato curiosità e interrogativi da parte dei meno esperti ed è diventata virale sui social. In realtà le scie avvistate erano state diverse e ravvicinate, così come le segnalazioni su Facebook. Questa doppia scia più evidente, che ruota su se stessa a spirale, fotografata da Cappelle dei Marsi, dalla zona delle Poste, ha suscitato più  clamore delle altre. L’autore, che l’ha postata sui social, così come altre persone, è Federico Santomero.

Potrebbe essere stata anche la scia di due aerei che hanno avuto stessa traiettoria e stesso percorso. Ciò non è chiaro, ma certo è che tutti erano con naso all’insù per godersi lo spettacolo.
Non è chiaro che si sia trattato della stazione spaziale cinese Tiangong 1, entrata in collisione con l’atmosfera terrestre alle 2,16 ora italiana, i cui frammenti, successivamente, si sono dispersi nell’oceano Pacifico.
La notizia è stata data dal Comando strategico degli Stati Uniti e dall’Ufficio spaziale cinese secondo il quale la sonda si è immediatamente incendiata e distrutta quanto ha impattato il primo strato della nostra atmosfera.

I detriti, quindi, si sono dispersi nel Pacifico senza provocare danni a persone o cose.
Le previsioni fatte nei giorni scorsi avevano ipotizzato che anche l’Italia potesse essere interessata dalla caduta dei detriti sul territorio.
Con un rischio bassissimo fino a diventare quasi nullo alla mezzanotte di ieri, con una finestra di scarsa probabilità per l’isola di Lampedusa. Fine di ogni preoccupazione, quindi, sia pur remota.