The news is by your side.

Schiuma grigia nelle acque del fiume Imele, secondo l’Arta è tra i fiumi più inquinati d’Abruzzo

Tagliacozzo. Non è solo il fiume Liri a destare preoccupazione per il pessimo stato delle acque: anche nel fiume Imele sono state avvistate chiazze dense e schiuma grigia. Il fiume – che nasce a Verrecchie (Comune di Cappadocia) e confluisce nel torrente Ràfia, nel territorio di Capistrello – è infatti classificato tra i peggiori dell’Abruzzo per quanto riguarda la qualità delle acque, secondo i dati dell’Arta per il trienno 2015-2017, pubblicati dalla Regione solo qualche mese fa.

La schiuma e le chiazze nelle acque del fiume Imele, aumentate notevolmente nelle prime ore della mattinata di ieri (come segnalano numerosi cittadini), sono probabilmente causate da scarichi a uso domestico o aziendale. Secondo uno studio dell’Arta, infatti, tra le prime cause dell’inquinamento dei fiumi abruzzesi c’è infatti la scarsa o nulla depurazione, con scarichi fuori norma.

Secondo l’Arta, il fiume Imele è tra i peggiori fiumi della regione (insieme a Raio, Giovenco, Vibrata e Mavone) sia per lo stato chimico che per quello ecologico, che classificano i corsi d’acqua in cinque possibili categorie: pessimo, scadente, sufficiente, buono ed elevato. L’Imele si trova nella categoria peggiore (“pessimo”). La situazione non è molto migliore nel resto della regione: i fiumi abruzzesi si trovano raramente nelle categorie “buono” o “elevato”. Infatti, in Abruzzo il 71% dei fiumi e il 52% dei corpi idrici sotterranei non centra l’obiettivo europeo di qualità che doveva essere raggiunto entro il 2015.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto