News in tempo reale

Scarsa sicurezza sulle strade della Piana del Cavaliere, De Santis scrive a Del Corvo

Carsoli. Le strade della Piana del Cavaliere sono compromessa a causa della cattiva manutenzione. Per questo il responsabile del gruppo “Adesso si cambia”, Domenico De Santis, ha inviato una lettera a tutti i sindaci dei Comuni della Piana del Cavaliere e al presidente della Provincia, Antonio Del Corvo, chiedendo un immediato intervento. “In qualità di referente del Coordinamento del Gruppo Socio-Politico Territoriale Piana del Cavaliere – Carsoli  – mi vedo costretto a rivolgersi a lei per sottoporre alla sua cortese attenzione la situazione di potenziale pericolo presente sulle strade del nostro territorio a causa del cattivo stato manutentivo delle stesse§”, ha spiegato De Santis, “in particolare riferimento alla SP26 Turanense (tratto Carsoli-confine regionale Abruzzo/Lazio) e alla SP 69Sabinese(tratto SP 26 Turanense, Bivio Casabianca-confine regionale Abruzzo/Lazio). La situazione non è molto diversa nelle altre. Faccio presente che dal mese di maggio è stato più volte denunciato all’Organo di competenza, Amministrazione Provinciale de L’Aquila, la situazione di potenziale pericolo sulle citate strade. Nello stesso mese, solo per un caso fortuito non è successo nulla all’automobilista che, percorrendo la SP69 Sabinese,  si è visto cadere davanti la sua auto un ramo di un albero riuscendo ad evitarlo invadendo l’altra corsia;  fortuna ha voluto che in quel momento non passasse altra veicolo in senso contrario. Per quanto riguarda gli interventi fatti dall’amministrazione Provinciale sulle citate strade in merito al taglio  dell’erba, è stato eseguito, fino ad oggi, soltanto nei primi giorni di luglio, effettuando un superficiale e sommario lavoro,senza rimuovere i potenziali pericoli; compromessa Strada per Tufo di Carsoli  franatavisibilità negli incroci e della segnaletica verticale, restringimento della carreggiata per l’erba e rami rischiosamente ripiegati sulla stessa, deformazione manto stradale, cunette oramai inesistenti etc. etc.. Visto l’aggravarsi della situazione di pericolo dovuta alla crescita dell’erba sulle banchine, dei rami sempre più ripiegati sulla carreggiata ed altro ancora. Visto che alle porte è in arrivo la stagione dell’autunno e relative piogge e venti che potrebbero provocare eventuale cadute di rami sulla carreggiata stessa e creare, come effettivamente si creano,  pericolose pozze d’acqua a causa degli scoliotturati o inesistenti. Si chiede un Suo interventonei confronti degli Organi competenti, Provinciali e/o Comunali eventualmente interessati, affinché provvedano, per i tratti di strade di loro competenza, nel territorio della Piana del Cavaliere, al ripristino dei requisiti minimi di sicurezza stradale, tali da evitare tutti quei pericoli denunciati, in maniera che la situazione non si aggravi ancor più e possa provocare qualche tragedia. Ribadiamo che oltre al taglio delle erbe e rami presenti sulle banchine delle carreggiate e di necessaria urgenza la pulizia e la sistemazione delle cunette e degli scoli per il deflusso dell’acqua piovana a salvaguardia dell’incolumità delle persone automobilisti e non. In ultimo questa situazione di quasi totale abbandono compromette l’immagine turistica in cui si sta faticosamente operando cercando di promuovere le bellezze naturali del territorio e non solo, e acconsente a comportamenti incivili uno in particolare è riguardo la nascita di piccole discariche abusive di vario materiale in più zone del territorio e alcune di esse presenti o su piazzole di parcheggio o sulle banchine della carreggiata di alcune strade. Nel ringraziarla per l’attenzione e nel rinnovarle l’invito di un Suo diretto intervento sugli Organi di competenza,affinché provvedano nell’immediatezza a ripristinare i requisiti minimi di sicurezza stradale; Certi che alla Sua Persona daranno risposta in merito, si resta in attesa di conoscere e vedere realizzato quanto dai cittadini è da tempo desiderato”.