The news is by your side.

Sassi dal cavalcavia, indaga la polizia stradale: potrebbe esserci l’azione di un gruppo di ragazzi

Avezzano. Potrebbe esserci l’azione di un gruppo di ragazzi all’origine del lancio di sassi, o altro materiale, dal cavalcavia di San Pelino di Avezzano sull’autostrada A25, materiali che ieri, come raccontato da MarsicaLive, intorno alla mezzanotte hanno sfondato il parabrezza dell’auto su cui viaggiavano gli attori Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi di ritorno a Roma dopo aver portato in scena uno spettacolo a Gessopalena.

Sul fatto indaga la polizia stradale di Pratola Peligna: questa notte, dopo la denuncia da parte dei due attori, sono scattati i controlli dei carabinieri di Avezzano sul cavalcavia e nella zona circostante. Secondo fonti investigative, nel pomeriggio agenti della polizia stradale hanno effettuato riprese video nei pressi del cavalcavia.

I due attori, dopo il grande spavento, hanno chiamato la polizia autostradale incontrando gli agenti nell’area di servizio di Magliano dei Marsi, raccontando l’accaduto e sporgendo denuncia prima di ripartire per Roma. Si è in seguito appreso che un sasso, lungo circa 7 centimetri, dopo aver colpito e sfondato il parabrezza della Jaguar F-Pace, ha raggiunto Benvenuti all’addome.

L’auto guidata da Fresi, rimasto illeso, ha proseguito fino alla stazione di servizio Monte Velino Nord. Secondo i rilievi eseguiti sul posto dalla Polstrada sarebbero sette i sassi lanciati dal cavalcavia, uno dei quali del diametro di dieci centimetri, tutti recuperati sulla sede stradale dal personale di Strada dei Parchi che gestisce il tratto autostradale.

L’attore, come riportato da MarsicaLive, ha raccontato all’Ansa il grande spavento. “Per miracolo sono riuscito a mantenere il controllo dell’auto”, ha spiegato l’attore, “il sasso ha bucato il parabrezza e i vetri hanno investito Alessandro che era seduto al posto del passeggero e aveva la cintura allacciata, per fortuna non abbiamo riportato ferite ma lo spavento è stato davvero tanto”.

Potrebbe piacerti anche