News in tempo reale

Sanità, posti letto invariati a ginecologia. Si teme la mobilità attiva dall’Aquila

Avezzano. I numeri del reparto di ginecologia dell’ospedale di Avezzano continueranno a crescere. La stima non è stata fatta in base a una maggiore affluenza di cicogne ma semplicemente leggendo i numeri del nuovo atto aziendale. In base a quanto previsto dalla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, infatti, il reparto di ginecologia della città, unico punto nascita della Marsica, avrà ancora 20 posti letto e due di day hospital mentre l’ospedale dell’Aquila ne avrà 16 più due di day hospital. I numeri fortemente ridotti dell’unità operativa nel capoluogo, come riportato da Abruzzo web, creeranno non pochi disagi e spingeranno le puerpere a spostarsi verso gli neonati bambini ospedalealtri ospedali del territorio. Primo tra tutti quello di Avezzano. Anche se le nascite sono in calo, quindi, potremmo assistere a un vero e proprio collasso dell’unità operativa della città che già lo scorso anno ha fatto registrare numeri da capogiro con ben 1.047 bambini nati, il tre per cento in più rispetto al 2011, un terzo dei quali da coppie straniere o miste. Inoltre il reparto di Avezzano, rispetto ai parametri nazionali, ha abbassato vertiginosamente l’asticella della media nazionale, ferma a 43%, riuscendo a ridurre fino al 33% i parti cesarei. Dieci punti di percentuale in meno, al confronto col dato italiano, che rappresentano un’eccezione non solo in Abruzzo ma rispetto a molte regioni italiane.