News in tempo reale

Salgono a 5 le coalizioni in campo a Tagliacozzo. E’ guerra di candidati

Tagliacozzo. A otto giorni dalla presentazione ufficiale delle liste a Tagliacozzo spunta la quinta lista. Le coalizioni, ancora in fase di assestamento, vedono la discesa in campo di personaggi noti alla politica tagliacozzana, ma anche di giovani volenterosi pronti a mettersi in gioco per cambiare le sorti della città.  Sembra ormai pronta la lista con a capo Bruno Rossi, del Partito democratico, che ha trovato un’intesa con Sel, con a capo Vincenzo Montelisciani. Vicino sarebbe anche l’accordo con l’Udc che potrebbe proporre l’attuale assessore Alfonso Gargano. Segnali positivi arrivano anche dai dissidenti che dopo diversi ripensamenti vorrebbe inserire nella compagine di Rossi Gabriele Mastroddi. Un nodo, comunque, ancora da sciogliere. Dal gruppo di Enrico Pendenza, attuale consigliere comunale, non sono arrivate ancora risposte. Sembrano chiuse ormai le fila della lista di Giampietro Pendenza, che sostiene di avere pronta una squadra di giovani,  mentre sarebbe ancora al lavoro il gruppo di centrodestra “Parigina”, guidato da Maurizio Di Marco Testa, che per ora ha tra i suoi, grazie a un accordo siglato mercoledì, anche un gruppo vicino a Fli, Vivi Tagliacozzo,  rappresentato da Antonio Amicucci. L’ex consigliere di opposizione Devid Felicissimo ha infatti deciso da circa un mese di non candidarsi. E’ pronto a presentare la lista anche Marco Cervellini, sostenuto dalla compagine “Tagliacozzo e frazioni” e Rita Tabacco, con una coalizione tutta al femminile. La lista “rosa” della “pasionaria”, da anni responsabile del comitato pro ospedale, esprime solo candidati donna. Una coalizione di realtà vicine all’associazionismo cattolico ma anche a gruppi laici che si coniugano «per far fronte ai bisogni dei più deboli e per lottare contro i tagli alla Sanità».