News in tempo reale

Rivoluzione ai vertici del Cam: via Di Pangrazio e Venturini, arriva Pierleoni. Ridotto comitato gestione

Avezzano. Cambiano i vertici del Cam. I nuovi equilibri amministrativi marsicani dopo le elezioni hanno portato a un nuovo assetto dell’ente su cui oggi pomeriggio saranno chiamati a pronunciarsi i 35 comuni soci dell’Ato (Ambito Territoriale Ottimale). Il nuovo assetto non prevede più tre ruoli per il comitato di gestione e tre per quello di sorveglianza ma, con i decreti correttivi della Riforma Madia, due persone per il primo e tre per la sorveglianza.

La gestione, attualmente gestita da Giuseppe Venturini (Presidente) che è anche dirigente del Cam, Paola Attili e Armando Floris, sarà affidato alla professoressa Morgante, docente universitaria  di Roma (Presidente), affiancata da Floris, che manterrà la carica. Al consiglio di sorveglianza del Consorzio acquedottistico, attualmente guidato dall’ex sindaco di Avezzano Gianni Di Pangrazio, dall’attuale consigliere ex vicesindaco Ferdinando Boccia e dal vicesidanco di Carsoli Mario Mazzetti, sarà guidato dal consigliere comunale di Avezzano Alessandro Pierleoni (presidente), dall’assessore Felicia Mazzocchi e dal sindaco di Collarmele Antonio Mostacci. Il vecchio consiglio di gestione si era occupato del piano industriale riguardante il completamento dell’installazione dei misuratori mancanti, oltre che del recupero di  4 milioni di euro di crediti. Operazioni avviate come la promozione dell’unificazione della gestione su scala provinciale con i gestori Gran Sasso e Saca.